Golf, il percorso delle Olimpiadi di Rio 2016

Rio2016golfIGFGOLF.jpg

Il green di Barra de Tijuca è pronto ad ospitare la kermesse olimpica. Le Olimpiadi di Rio 2016 riaprono le porte al golf, assente dalla lontanissima edizione di St. Louis 1904. Percorso olimpico presentato come spettacolare ed al livello dei massimi tornei internazionali. Pochi giorni e scopriremo se le premesse rispecchieranno la realtà (clicca qui per consultare il programma olimpico del golf).

Situato a 9 km dal villaggio olimpico (nella splendida riserva di Marapendi), il percorso di Barra de Tijuca è un par 71 progettato appositamente per i Giochi da Gil Hanse, che misura 6522 m per gli uomini e 5944 m per le donne. Potrà accogliere ben 15 mila spettatori.

“E’ stata una lunga e difficile maratona, ma finalmente possiamo dire di aver ideato un percorso stupendo per Rio 2016. Credo che il golf finalmente conquisterà tutti gli scettici perchè sia la location che il percorso sono davvero entusiasmanti. Il successo è assicurato”, dichiara Peter Dawson, Presidente International Golf Federation.

“Si tratta di un campo molto impegnativo. La sua posizione aperta lo rende potenzialmente ventoso, aumentando così il coefficiente di difficoltà per i giocatori. Oltre a soddisfare i requisiti tecnici, offre un grande spettacolo con scenari meravigliosi”, commenta Paul Pacheco, Presidente della Federazione Golf brasiliana.

Ci sono stati dei sopralluoghi e dei round di prova da parte di alcuni golfisti brasiliani, ma per adesso non si conoscono le caratteristiche tecniche e ambientali delle singole buche.

Dopo i Giochi Olimpici 2016 verrà utilizzato per promuovere il golf in Brasile, cercando di non sprecare l’eredità che i Giochi lasceranno al popolo carioca.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

ciro.salvini@oasport.it

Lascia un commento

Top