Ginnastica, Olimpiadi Rio 2016 – Vanessa Ferrari da record: terza volta ai Giochi, la più presente di sempre per l’Italia! Ferlito e Fasana doppiano come poche

Vanessa-Ferrari-trave-Assoluti.jpg

Vanessa Ferrari è pronta per entrare ulteriormente nella storia della ginnastica artistica italiana. La bresciana è stata la prima azzurra a laurearsi Campionessa del Mondo 2006, trionfando nel concorso generale individuale. Ha poi proseguito dominando sulla scena per un decennio e conquistando medaglie ovunque.

La Cannibale di Orzinuovi parteciperà alle Olimpiadi per la terza volta in carriera dopo i precedenti a Pechino 2008 e Londra 2012. Domenica 7 agosto sarà in pedana a Rio per trascinare l’Italia nel turno di qualificazione, alla conquista della seconda Finale consecutiva a cinque cerchi e con l’obiettivo di essere tra le migliori otto al corpo libero per giocarsi ancora una volta la medaglia, l’unica che le manca in un palmares stratosferico.

La 25enne affiancherà così Miranda Cicognani, forlivese classe 1936, e Monica Bergamelli, bergamasca classe 1984 in cima alla classifica delle ginnaste azzurre che hanno partecipato ai Giochi Olimpiadi per il maggior numero di volte. Entrambe le atlete sono ferme a 3: Cicognani fu presente a Helsinki 1952 (addirittura da portabandiera, unica ginnasta donna ad avere avuto questo onore), Melbourne 1956 e Roma 1960; Bergamelli scese in pedana a Sydney 2000, Atene 2004 e Pechino 2008 proprio insieme a Vanessa.

 

Erika Fasana e Carlotta Ferlito proveranno l’ebrezza dei cinque cerchi per la seconda volta in carriera dopo l’esordio a Londra 2012. Sono solo 7 le ginnaste italiane che hanno vestito il body azzurro in due edizioni dei Giochi: Renata Bianchi e Licia Macchini (1948 e 1952), Rosella Cicognani (spalla a spalla con la sorella Miranda e con Elena Logorara nel 1956 e nel 1960), Luciana Reali (1952 e 1956), Rita Peri (1972 e 1976) e Giulia Volpi (1988 e 1992).

Debutto assoluto invece per Elisa Meneghini e Martina Rizzelli. Ricordiamo che per la prima volta dopo 56 anni l’Italia gareggerà alle Olimpiadi senza una minorenne e con un’età media di 21 anni.

 

(foto Federginnastica)

Lascia un commento

Top