Ginnastica, Olimpiadi Rio 2016 – Sospesi 8 giudici! Hanno dato punteggi corrotti ai Mondiali

Giudici-Ginnastica-ma.jpg

Alla vigilia delle Olimpiadi di Rio 2016 la Federazione Internazionale di Ginnastica ha deciso di sanzionare i giudici che, durante i Mondiali 2015 e il Test Event 2016 (cioè i due appuntamenti che qualificavano ai Giochi Olimpici), hanno assegnato dei punteggi parziali con l’intento di aiutare ginnasti provenienti dal loro stesso Paese d’appartenenza.

Non è la prima volta che succede ma una piazza pulita del genere a due settimane dalla rassegna a cinque cerchi non è certo così scontata. A essere puniti dalla FIG sono stati ben otto giudici, equamente distribuiti tra ginnastica artistica e ginnastica ritmica. I nomi degli imputati non sono però ancora stati comunicati ma si sa che non potranno partecipare a Rio 2016.

Due giudici sono stati sospesi per tre mesi, uno per quattro, cinque hanno ricevuto un’ammonizione. Altri sei giudici erano finiti sotto i riflettori ma sono stati “scagionati”. La Federazione è arrivata a questa conclusione dopo un’accurata analisi sui punteggi assegnati dai giudici nelle due occasioni prese in considerazione, valutando la loro coerenza con il codice dei punteggi.

Questo lo specchietto dettagliato come si evince dal comunicato stampa della FIG.

 

GINNASTICA ARTISTICA – Mondiali 2015 a Glasgow (Gran Bretagna):

5 procedimenti disciplinari aperti; 2 giudizi sanzionati (ammonizione per giudizio parziale)

GINNASTICA ARTISTICA – Test Event 2016 a Rio de Janeiro (Brasile):

2 procedimenti disciplinari aperti; 2 giudici sanzionati per giudizio parziale (a uno 4 mesi, all’altro 3 mesi di sospensione)

GINNASTICA RITMICA – Mondiali 2015 a Stoccarda (Germania):

5 procedimenti disciplinari aperti; 2 giudizi sanzionati per giudizio parziale (uno è stato ammonito, l’altro sospeso per 3 mesi)

GINNASTICA RITMICA – Test Event 2016 a Rio de Janeiro (Brasile):

2 procedimenti disciplinari aperti; 2 giudici sanzionati per giudizio insoddisfacente. Entrambi sono stati ammoniti, in questo caso hanno sbagliato la valutazione (e quindi il loro lavoro) ma senza emettere giudizi parziali

 

Lascia un commento

Top