Equitazione, Nations Cup: la Germania vince ad Hickstead, Italia settima. Medaglie per Children e Junior

Equitazione-Meredith-Michaels-Beerbaum.jpg

Il CSIO cinque stelle di Hickstead, in Gran Bretagna, ha ospitato quest’oggi la prova valida per la Nations Cup di salto ostacoli 2016. La vittoria, con sole quattro penalità accumulate, è andata alla Germania, che è riuscita a vincere senza far gareggiare il suo quarto binomio, quello composto da Ludger Beerbaum e Chiara 232. Sia Meredith Michaels-Beerbaum su Fibonacci 17 che Janne Friederike Meyer su Goja 27, infatti, hanno realizzato un doppio netto, mentre l’unico errore sugli ostacoli è stato commesso da Patrick Stühlmeyer, in gara con Lacan 2. Sul podio sono salite anche le squadre di Irlanda e Belgio, seconde a pari merito con otto penalità.

Scorrendo la classifica, troviamo gli Stati Uniti e la Svizzera, che si dividono il quarto posto con dodici penalità, poi la Gran Bretagna padrona di casa, solo sesta con ben venti penalità, quindi la coppia formata da Italia e Paesi Bassi, con ventotto penalità. Reduce dalla vittoria spettacolare di Dublino, la squadra azzurra non è riuscita a ripetersi, commettendo troppi errori, che di seguito segnaliamo nel dettaglio: Piergiorgio Bucci su Casallo Z (4 / 8), Lorenzo De Luca su Ensor de Litrange Lxii (0 / Rt), Emilio Bicocchi su Ares (4 / 8), Gianni Govoni su Antonio (0 / 8).

In precedenza si era tenuta anche una prova individuale contro il tempo, che aveva visto la vittoria della padrona Nicole Pavitt su Victor Blue (59″33) davanti all’altro binomio di casa, quello composto da Holly Smith e Carolus K DHI (61″03), ed all’irlandese Trevor Breen su Oldtown KC (63″41).

Trasferendoci a Millstreet, in Irlanda, hanno invece avuto inizio i Campionati Europei di salto ostacoli per le categorie giovanili. L’Italia ha subito conquistato una medaglia di bronzo nella giornata di ieri con la squadra Children, dopo aver perso lo spareggio per l’argento con la Germania, mentre a conquistare la medaglia d’oro era stata la Spagna: il team era composto da Milla Lou Jany Polizzi (0/0/0; 41”67) in sella a Qara Mai, Matteo Orlandi (6/4/0; 42”17) su Cantiano, Beatrice Bacchetta (0/0/0; 35”47) su Fanthasia, e Lorenzo Correddu (4/0/4; 33”) su Touche d’Arrogance.

Quest’oggi, invece, sono stati gli Junior ad ottenere l’argento al termine di un barrage a tre con il Belgio, alla fine medagliato d’oro, e la Gran Bretagna, che avrebbe chiuso al terzo posto. Questa la composizione del quartetto azzurro: Giacomo Casadei (0/4/4; 38”85) su My Forever, Tommaso Gerardi (12/12/4; 31”11) su Venusz, Francesco Correddu (0/0/0; 35”89) su Necofix e Guido Franchi (0/4/8) su Windrose.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top