Ciclismo su strada, Olimpiadi Rio 2016: le favorite della prova in linea femminile

MaraAbbottTWITTERWIGGLE.jpg

Domenica 7 agosto le Olimpiadi di Rio 2016 punteranno i fari sulla prova in linea di ciclismo femminile. La kermesse olimpica, il cui percorso misura 141 km, è adatta a coloro in grado di reggere il ritmo in salita, e fare la differenza in un arrivo a ranghi ristretti. Le ascese del circuito di Grumari, da ripetere due volte, il tratto di pavè di quasi 3 km, e la dura slita di Koà, posta a poco meno di 30 km dal traguardo, rappresentano l’ideale trampolino di lancio per le atlete in grado di fare la differenza e tendere l’assalto per la lotta alle medaglie. Le discese tecniche potranno inoltre fare ancor di più la differenza,

Fa davvero paura lo squadrone americano, composto da tre cicliste che per forza di cose devono essere annoverate nel lotto delle favorite. Si tratta di Mara Abbott, dominatrice del Mortirolo durante il recente Giro Rosa 2016, di Megan Guarnier, vincitrice della classifica generale della corsa rosa, ed infine di Evelin Stevens, autrice di tre successi di tappa sempre al Giro.

Non scherza neppure l’Italia, che può vantare una Elisa Longo Borghini in forma invidiabile, e carte del calibro di Elena Cecchini, che dovrà però fare i conti con il durissimo circuito brasiliano, e Tatiana Guderzo.

Potrà far bene anche l’olandese Anna Van der Breggen, ma una delle atlete da tenere maggiormente in considerazione porta il nome di Katarzyna Niwiadoma. La 21enne polacca ha talento, e possiede i numeri per far saltare il banco.

Qualora riuscisse a tenere il ritmo delle scalatrici, la campionessa del mondo in carica, ovvero la britannica Elizabeth “Lizzy” Armistead, diverrebbe una delle donne da battere

Foto: Official Twitter Abbott

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

ciro.salvini@oasport.it

Lascia un commento

Top