Ciclismo su pista, Mondiali junores 2016: Paternoster e team pursuit femminile d’oro per l’Italia

pagina-FB-Letizia-Paterstoner.jpg

Nei primi due giorni dei Mondiali juniores di ciclismo su pista in corso di svolgimento ad Aigle (Svizzera) (20-24 luglio), grandi riscontri arrivano per i nostri colori dal settore femminile. Sono infatti due le medaglie d’oro vinte dall’Italia ed entrambe portano la firma del gentil sesso: Letizia Paternoster (nella corsa a punti) ed il team pursuit si sono aggiudicate il successo regalando al nostro movimento una ventata di freschezza di cui si aveva un gran bisogno.

La Paternoster, già campionessa d’Europa a Montichiari, si è confermata anche nel contesto mondiale, aggiudicandosi la sua prova con 35 punti davanti alla britannica Jessica Roberts (32 punti) e la polacca Wiktoria Pikulik (30 punti). Una gara che si è decisa nel giro finale nel quale l’azzurra è stata quella che meglio di altre ha interpretato il traguardo volante, concludendo a braccia alzate.

Nella corsa ad inseguimento il quartetto magico costituito da Elisa Balsamo, Martina Stefani, Chiara Consonni e la citata Paternoster ha dato un altro saggio delle proprie qualità. Reduci dalla vittoria in casa nella rassegna continentale con nuovo record del mondo, le azzurre si presentavano alla competizione iridata con grandi possibilità e le attese non sono state deluse imponendosi davanti alla Nuova Zelanda ed alla Francia. “Non era facile ripetersi dopo aver vinto in casa su un tracciato che conosciamo bene – ammette la Balsamo – Su una pista diversa come questa siamo riuscite a riconfermarci e possiamo dire di essere davvero felici”.

RISULTATI COMPLETI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Foto: profilo FB Letizia Paternoster

Lascia un commento

Top