Calcio femminile, Olimpiadi Rio 2016 – analisi tabellone: possibile quarto di finale Germania-Francia, migliori terze Australia e Svezia

Maracana-Rio-2016-calcio-foto-pedro-lopez-wikipedia.jpg

Ormai ci siamo. Manca davvero poco all’inizio del torneo olimpico di calcio femminile, programmato il 3 agosto. Le dodici contendenti sono pronte a sfidarsi per la realizzazione del sogno a Cinque Cerchi. Non ci resta che analizzare le caratteristiche dei tre raggruppamenti, immaginando gli eventuali scenari futuri ed i possibili incroci nella fase ad eliminazione diretta.

GRUPPO E

Questo raggruppamento vede il Brasile di Marta favorito rispetto alla concorrenza. Il roster carioca, forte anche dello giocare in casa ed abituato al clima umido ed afoso brasiliano, dovrebbe dunque conquistare la vetta della classifica mentre il secondo posto se lo contenderanno, verosimilmente, la Cina e la Svezia. In questo confronto, le cinesi dovrebbero avere qualche asso nella manica in più per aver dimostrato nel recente passato di essere all’altezza della situazione in questi tornei e conquistato il pass olimpico battendo il Giappone, vice campione del mondo. Tuttavia la Svezia allenata da Pia Mariane Sundhage è rappresentativa da non sottovalutare e, giunta in Brasile dopo aver vinto il mini-torneo con Olanda, Norvegia e Svizzera, sarà in ballo per una qualificazione come migliore terza al turno successivo.

Pos Team Pld W D L GF GA GD Pts Qualification
1  Brazil (H) 0 0 0 0 0 0 0 0 Quarter-finals
2  China PR 0 0 0 0 0 0 0 0
3  Sweden 0 0 0 0 0 0 0 0 Quarter-finals or elimination[a]
4  South Africa 0 0 0 0 0 0 0 0

 

GRUPPO F

La Germania, in questo caso, dovrebbe far valere la legge del più forte, avendo giocatrici del calibro di: Anja Mittag, centravanti di sfondamento, con 25 reti siglate, Alexandra Popp (attaccante del Wolfsburg e tra le protagoniste in Champions), tra i riferimenti offensivi più importanti del team germanico per la sua grande tecnica e qualità, Pauline Bremer, 20 anni e non sentirli, giocatrice del Lione campione d’Europa e talento purissimo che dà del tu al pallone e per chiudere Isabel Kerschowski, centrocampista di costruzione e anche di “realizzazione” se ci passate il termine, dotata di un’ottima visione di gioco e protagonista nell’ultima amichevole con la Turchia di tre reti. Una corazzata dunque quella di Silvia Neid a caccia del suo primo successo a Cinque Cerchi dopo i tre bronzi conquistati a Sydney 2000. A contendersi la piazza d’onore il Canada, medaglia di bronzo di Londra 2012, e l’Australia in un confronto tutt’altro che scontato. Se è vero infatti che la compagine di Ashley Lawrence, Melissa Tancredi, Deanne Rose e Christine Sinclair ha una solidità riconosciuta, le “aussies” sono in crescita esponenziale. Inserite nel girone di qualificazione asiatico per Rio, le “Matildas” hanno conquistato, infatti, il primo posto, battendo le nipponiche 3-1 ed ottenendo in 5 incontri ben 4 vittorie ed un pareggio. Un roster ricco di talento quello australiano con ben sei giocatrici che militano nei club americani che, notoriamente, sono quelli più qualificati del movimento calcistico in rosa. Il 3 agosto alla Corinthians Arena di Sao Paulo, vedremo proprio il confronto tra le due squadre citate e già da questo match capiremo meglio gli equilibri del gruppo, annoverante anche lo Zimbabwe come “cenerentola” della rassegna.

Pos Team Pld W D L GF GA GD Pts Qualification
1  Canada 0 0 0 0 0 0 0 0 Quarter-finals
2  Australia 0 0 0 0 0 0 0 0
3  Zimbabwe 0 0 0 0 0 0 0 0 Quarter-finals or elimination[a]
4  Germany 0 0 0 0 0 0 0 0

 

GRUPPO G

In quest’ultimo girone gli Usa, campioni del mondo in carica nonché due volte campioni olimpici, a caccia della mitica doppietta Mondiale-Olimpiade in un biennio. La compagine allenata da Jill Ellis è molto cambiata, visti i ritiri per raggiunti limiti di età di Abby Wambach, Lauren Cheney, Shannon Boxx e Lori Chalupny tuttavia il talento in squadra non manca di certo, avente in Alex Morgan un riferimento dentro e fuori dal campo affidabile. In 110 apparizioni con la maglia della selezione statunitense sono ben 67 le realizzazioni della californiana, dieci delle quali nelle qualificazioni ai Giochi. Nella fase, poi, di avvicinamento ai Giochi la Morgan si è mostrata particolarmente prolifica nelle ultime amichevoli di lusso:  goal decisivo contro la Francia, a segno contro la Germania e tris nelle due partite che hanno visto opposte le americane alle nipponiche, in una rivincita della finale mondiale. Non v’è dubbio che la selezione stelle e strisce abbia un ruolo dominante nonostante la selezione francese sia una di quelle realtà più in ascesa nell’ultimo periodo, come la recente Champions League vinta dal Lione dimostra. E’ per questo motivo che la nazionale transalpina è quella meglio struttura per contrastare il primato delle americane mentre Colombia e Nuova Zelanda proveranno giocarsi le loro carte per raggiungere i quarti di finale da migliore terza.

Pos Team Pld W D L GF GA GD Pts Qualification
1  United States 0 0 0 0 0 0 0 0 Quarter-finals
2  New Zealand 0 0 0 0 0 0 0 0
3  France 0 0 0 0 0 0 0 0 Quarter-finals or elimination[a]
4  Colombia 0 0 0 0 0 0 0 0

 

TABELLONE DEI QUARTI DI FINALE

tabellone calcio femminile_olimpiadi rio 2016

Lo scenario che dunque ci aspettiamo vede quindi:

VINCITRICI GIRONI
Brasile (Gruppo E)
Germania (Gruppo F)
Usa (Gruppo G)

SECONDE GIRONI
Cina (Gruppo E)
Canada (Gruppo F)
Francia (Gruppo G)

MIGLIORI TERZE
Svezia (Gruppo E)
Australia (Gruppo F)

Ricordiamo che le squadre che accederanno alla seconda fase dovranno rispettare i seguenti criteri:
1) punti totalizzati nel gruppo (in caso di parità vedi punto 2)
2) la differenza reti (in caso di parità vedi punto 3)
3) il numero di goal realizzati (in caso di parità vedi punto 4)
4) il ranking Fifa

Pertanto i possibili accoppiamenti dovrebbero prevedere:

QUARTO DI FINALE 1
Brasile – Australia

QUARTO DI FINALE 2
Usa – Svezia

QUARTO DI FINALE 3
Germania – Francia

QUARTO DI FINALE 4
Cina – Canada

E’ chiaro che tra tutte queste sfide quella più affascinante è Germania-Francia, già vista l’anno scorso ai Mondiali 2015 in Canada, con le tedesche vittoriose ai calci di rigore dopo aver sofferto moltissimo. Una rivincita dunque che potrebbe animare la seconda fase e valere una finale anticipata.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: wikipedia

Lascia un commento

Top