Tour de France 2016: Vincenzo Nibali sogna la doppietta Giro-Tour

Nibali-6-Cometto-Boschetti.jpg

Marco Pantani, 1998. Risale a 18 anni fa l’ultima doppietta Giro-Tour, un’impresa quasi irripetibile nel ciclismo moderno. Vincenzo Nibali, che a maggio ha festeggiato il secondo Giro d’Italia della carriera, da sabato sarà in Francia per provare a ricalcare le orme del compianto connazionale.

In forma ufficiale, la presenza di Nibali al Tour dovrebbe essere finalizzata alla preparazione dei Giochi Olimpici di Rio 2016 e al supporto, da gregario, del compagno Fabio Aru. Considerate le sue doti, però, è impossibile rinunciare a prescindere all possibilità di scrivere la storia di questo sport. Dal punto di vista atletico Nibali dovrebbe soffrire le prime tappe, complice il poco ritmo gara nelle gambe dopo oltre un mese di inattività e allenamento dopo la Corsa Rosa.

Con il passare dei giorni lo Squalo potrebbe e dovrebbe crescere di colpi, anche in vista delle già citate Olimpiadi. L’impresa, già tentata lo scorso anno da Contador, resta proibitiva: le fatiche del Giro si faranno sentire senza dubbio e Nibali dovrà utilizzare tutta la sua classe e l’esperienza per trovare il punto debole nelle difese degli avversari per attaccarli magari nelle frazioni miste per guadagnare secondi cruciali nella corsa al podio e alla maglia gialla, magari sfruttando anche la superiorità numerica con un Aru che ha preparato al meglio l’appuntamento e sarà la prima punta dell’Astana. Sognare non costa nulla e Vincenzo, in questa stagione, ha già dimostrato di saper ribaltare anche i pronostici che sembravano già scritti. 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Cometto Boschetti

Lascia un commento

Top