Judo, Grand Prix Budapest 2016: vincono Tóth e Harrison nella seconda giornata

Judo-Krisztian-Toth-Mihael-Zgank.jpg

Si sono svolti quest’oggi i combattimenti della seconda giornata del Grand Prix di Budapest 2016. In programma c’erano le sette categorie di peso piùelevate: 81 kg, 90 kg, 100 kg e +100 kg per gli uomini, 70 kg, 78 kg e +78 kg per le donne. Ricordiamo che nel torneo ungherese non erano impegnati italiani.

81 KG UOMINI

I primi due atleti del seeding si sono incontrati in finale, con il russo Ivan Nifontov che ha sconfitto nettamente il tedesco Sven Maresch: il ventinovenne ha infatti messo a segno uno yuko, un waza-ari ed il definitivo ippon per aggiudicarsi il suo primo Grand Prix in carriera, nonostante potesse vantare già tre ori nei tornei Grand Slam ed una vittoria nel World Masters. Sul podio anche il padrone di casa Attila Ungvári e l’emergente giapponese Yasuhiro Ebi.

-81 kg
1. NIFONTOV, Ivan (RUS)
2. MARESCH, Sven (GER)
3. EBI, Yasuhiro (JPN)
3. UNGVARI, Attila (HUN)
5. DOSEN, Bojan (SRB)
5. ZABOROSCIUC, Nicon (MDA)
7. MAJDOV, Nemanja (SRB)
7. NDIAYE, Pape Doudou (FRA)

90 KG UOMINI

Trionfo annunciato per l’atleta più atteso del torneo magiaro: il padrone di casa Krisztián Tóth ha infatti ottenuto la medaglia d’oro della categoria 90 kg sconfiggendo per ippon lo sloveno Mihael Žgank per il suo terzo successo in un Grand Prix dopo i due ottenuti a Zagabria nel 2014 e nel 2015. Podio decisamente prestigioso, visto che in terza posizione si è classificato il russo Kirill Denisov, medagliato di bronzo come il portoghese Célio Dias.

-90 kg
1. TOTH, Krisztian (HUN)
2. ZGANK, Mihael (SLO)
3. DENISOV, Kirill (RUS)
3. DIAS, Celio (POR)
5. KOCHMAN, Li (ISR)
5. STEWART, Max (GBR)
7. ODENTHAL, Marc (GER)
7. PIONTEK, Zack (RSA)

100 KG UOMINI

Delusione per il favorito della vigilia e numero uno del seeding, il tedesco Karl-Richard Frey, che si è classificato quinto dopo aver perso contro l’ucraino Anton Savytskiy per via degli shido, dopo che entrambi i judoka avevano messo a segno uno yuko. In finale, l’olandese Michael Korrel ha impiegato un minuto e mezzo di golden score per mettere a segno un waza-ari sull’uzbeko Soyib Kurbonov ed ottenere il risultato più importante della sua giovane carriera. Sul podio anche il britannico Philip Awiti-Alcaraz.

-100 kg
1. KORREL, Michael (NED)
2. KURBONOV, Soyib (UZB)
3. AWITIALCARAZ, Philip (GBR)
3. SAVYTSKIY, Anton (UKR)
5. FREY, Karl-Richard (GER)
5. MAMMADOV, Elkhan (AZE)
7. ROMANYUK, Oleksandr (UKR)
7. TACHII, Denis (MDA)

+100 KG UOMINI

Nella massima categoria di peso si è imposto l’ucraino Stanislav Bondarenko, che alla sua prima finale in un torneo di questa importanza ha sconfitto il giapponese Katsuma Ueda. Il ventottenne è uscito vincitore da un match molto equilibrato, deciso dal conteggio delle penalità. Numero uno del tabellone, il tedesco André Breitbarth ha ottenuto la medaglia di bronzo assieme al francese Nabil Zalagh.

+100 kg
1. BONDARENKO, Stanislav (UKR)
2. UEDA, Katsuma (JPN)
3. BREITBARTH, Andre (GER)
3. ZALAGH, Nabil (FRA)
5. CULUM, Zarko (SRB)
5. FIGUEROA, Freddy (ECU)
7. DEMETER, Bendeguz (HUN)
7. WACZULIK, Richard (HUN)

70 KG DONNE

Grande impresa della diciannovenne venezuelana Elvismar Rodríguez, medagliata di bronzo ai Campionati Panamericani, che ha raggiunto la finale ed ha poi impiegato meno di trenta secondi per battere per ippon la superfavorita tedesca Laura Vargas-Koch. L’emergente portoricana Maria Pérez si è confermata con un terzo posto, condiviso con l’uzbeka Gulnoza Matniyazova, con quest’ultima che ha sconfitto per yuko la giapponese Karen Nun Ira.

-70 kg
1. RODRIGUEZ, Elvismar (VEN)
2. VARGAS KOCH, Laura (GER)
3. MATNIYAZOVA, Gulnoza (UZB)
3. PEREZ, Maria (PUR)
5. NUN IRA, Karen (JPN)
5. VAN DIJKE, Sanne (NED)
7. MOREIRA, Antonia (ANG)
7. POGACNIK, Anka (SLO)

78 KG DONNE

La statunitense Kayla Harrison, campionessa olimpica in carica, prosegue la sua corsa verso il secondo oro a cinque cerchi. Quest’oggi la venticinquenne ha messo a segno uno yuko per sconfiggere in finale la slovena Anamari Velenšek, raggiungengo quota ventitré tornei vinti sul circuito mondiale. Il terzo gradino del podio è stato occupato dalla padrona di casa Abigél Joó e l’olandese Karen Stevenson.

-78 kg
1. HARRISON, Kayla (USA)
2. VELENSEK, Anamari (SLO)
3. JOO, Abigel (HUN)
3. STEVENSON, Karen (NED)
5. APOTEKAR, Klara (SLO)
5. CAMARA, Sama Hawa (FRA)
7. GARRY, Christelle (FRA)
7. GIAMBELLI, Miranda (AUS)

+78 KG DONNE

Campionessa mondiale in carica, la cinese Yu Song ha pagato uno shido accumulato in semifinale, perdendo contro la tedesca Carolin Weiss, ma si è poi rifatta conquistando la medaglia di bronzo per waza-ari ai danni dell’ucraina Yelyzaveta Kalanina. Weiss avrebbe poi bissato la vittoria contro l’altra cinese Ma Sisi, ancora grazie ad una penalità che le ha regalato la medaglia d’oro. Sul podio anche l’ucraina Iryna Kindzerska.

+78 kg
1. WEISS, Carolin (GER)
2. MA, Sisi (CHN)
3. KINDZERSKA, Iryna (UKR)
3. YU, Song (CHN)
5. KALANINA, Yelyzaveta (UKR)
5. PAKENYTE, Santa (LTU)
7. CERIC, Larisa (BIH)
7. TOLOFUA, Julia (FRA)

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top