Giro di Svizzera 2016: Gaviria lascia la vittoria a Richeze, Sagan terzo e sempre leader

Schermata-2016-06-14-alle-18.12.40.png

Un copione ormai classico: Fernando Gaviria (Etixx-QuickStep) ha giocato d’astuzia lasciando che Maxi Richeze, suo compagno di squadra, potesse trionfare nella quarta tappa del Giro di Svizzera 2016, 193 chilometri con arrivo a Champagne. Provvidenziale il mezzo buco creato dal colombiano in favore del compagno, che non incontrato resistenza dopo l’ultima curva.

Matthew Brammeier (Dimension Data), Jérémy Maison (Fdj), Lukas Jaun (Team Roth) e Nick Van der Lijcke (Rompoot-Oranje) sono stati al comando per gran parte della tappa, pur senza mai scappare dal controllo del gruppo. In particolare, sono state le squadre degli sprinter ad impostare il ritmo per poi piombare sulle ruote dei fuggitivi a circa 5 chilometri dalla conclusione.

Nelle fasi finali è stata la Etixx-QuickStep a prendere il comando delle operazioni: Maxi Richeze ha pilotato in maniera perfetta Fernando Gaviria, con l’atleta argentino che ha imboccato in testa il rettilineo finale molto corto. Gaviria ha temporeggiato e non ha lanciato la volata, consentendo al compagno di squadra di tagliare il traguardo in prima posizione. Peter Sagan (Tinkoff) ha chiuso terzo mantenendo senza particolari problemi la maglia di leader della generale. Tom Van Asbroeck (LottoNL-Jumbo) si è classificato quarto.

Non è la prima volta che Gaviria, in questa stagione, lascia il successo al proprio apripista: era accaduto già nella seconda tappa del Giro della Provenza con l’azzurro Davide Martinelli.

Da sottolineare la pericolosità dell’ultima curva posta a 100 metri dal traguardo e fondamentale in vista di una volata che poi quasi non c’è stata con le posizioni definite dopo la violenta svolta a destra in cui Van Poppel è andato molto vicino a cadere e coinvolgere anche altri corridori.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Profilo Twitter Tour de Suisse

Lascia un commento

Top