Copa América Centenario 2016: Brasile mediocre, 0-0 con l’Ecuador che segna un goal “fantasma”

Calcio-Brasile.jpg

Dopo la vittoria di misura del Perù su Haiti, il Gruppo B della Copa América Centenario ha vissuto a Pasadena, in California, il suo secondo atto. In campo c’erano il Brasile, considerato naturalmente come una delle squadre favorite per la vittoria finale, e l’Ecuador, una delle possibili sorprese del torneo.

Nella prima frazione di gioco sono stati i brasiliani a gestire il gioco, anche se il loro possesso palla non ha portato troppi pericoli alla porta difesa da Estebán Dreer. Gli ecuadoregni, allenati da Gustavo Quinteros, hanno invece dimostrato un’ottima disciplina tattica, imbrigliando i verdeoro e ripartendo in contropiede. A parte qualche azione personale di Willian, dunque, la formazione di Dunga non ha creato molto, pur gestendo il gioco per larghi tratti, mentre le ripartenze dell’Ecuador hanno messo in difficoltà la retroguardia avversaria, costretta a fare falli ed a concedere una posizione nei pressi dell’area di rigore che Enner Valencia ha calciato di poco a lato. Proprio il tiro del giocatore del West Ham al 37′ resterà il meglio di quanto visto nel primo tempo.

Il secondo tempo inizia con lo stesso copione, ed il possesso palla della squadra di Dunga diventa forse ancora più sterile. Al 67′ un episodio cardine del match: in una delle ripartenze ecuadoregne, Miler Bolaños arriva sul fondo e mette la palla al centro, il portiere Alisson interviene sul primo palo ma commette un errore incredibile, con la palla che entra in porta. La panchina dell’Ecuador esulta, ma il guardalinee segnala che il pallone sarebbe uscito prima del cross di Bolaños, decisione sulla quale restano dubbi. Al 75′, l’ingresso di Lucas Moura rivitalizza in parte il Brasile, con un tiro che però va alto. All’84’, è ancora il giocatore del Paris Saint-Germain a rendersi pericoloso con un colpo di testa su un cross di Renato Augusto, tanto da far chiedere a molti perché Lucas sia entrato solo ad un quarto d’ora dalla fine.

La partita si conclude così con uno 0-0 ed una prestazione davvero deludente per il Brasile, intanto il Perù si sfrega le mani: ora potrà giocare per il pareggio contro le due big del girone, le quali, invece, non potranno permettersi passi falsi se non vorranno rischiare l’eliminazione.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top