Canoa slalom, Coppa del Mondo La Seu d’Urgell 2016: Molmenti giù, Jakub Grigar subito competitivo

Molmenti-Canoa-Slalom-Pier-Colombo.jpg

Secondo una settimana fa a Ivrea, fuori dalla semifinale a La Seu d’Urgell. Netto il passo indietro di Daniele Molmenti in queste due prima tappe di Coppa del mondo. Costretto alla seconda run dopo il tocco alla porta 20, l’atleta della Forestale ha perso ogni speranza di passare il turno per l’errore alla risalita 11. Discreta invece la prova di Andrea Romeo, entrato in semifinale con l’ultimo tempo e alla fine 16° a poco più di un secondo dalla top ten. Qualche punticino conquistato anche dalla canadese: Roberto Colazingari, grazie al 21° posto, ha confermato la quinta piazza nella generale; Pietro Camporesi e Niccolò Camporesi hanno ottenuto invece il miglior risultato stagionale (ottavi).

CECOSLOVACCHIA AVANTI A dettar legge nel K1 sono stati Vit PrindisJakub Grigar. Il ceco si è tolto lo sfizio pure di vincere la gara di Cross Slalom, la nuova disciplina tutti contro tutti che la federazione sta cercando di lanciare un po’ come fece il ciclismo con il BMX o lo snowboard e lo sci alpino negli sport invernali. Lo slovacco è invece l’astro nascente del movimento del suo paese e lotterà per una medaglia anche a Rio. Classe 1997 ha dimostrato di essere subito competitivo tra i senior dopo i due titoli iridati da junior.

Non sarà al via a Rio invece l’altro slovacco Alexander Slafkovský, il migliore nel C1 davanti al francese Denis Gargaud Chanut e al ceco Vitezslav Gebas, due che invece in Brasile ci saranno. Da segnalare anche la quarta piazza di Takuya Haneda, giapponese che a 29 anni ha conquistato il miglior risultato in Coppa del mondo. Settimo a Londra 2012, il nipponico potrebbe essere uno degli outsider a Rio. Nel K1 femminile si conferma in grande forma l’australiana Jessica Fox, ancora una volta seconda come a Ivrea. A precedere l’oceanica è stata l’atleta di casa Maialen Chourraut, una che dopo il bronzo di quattro anni fa punta decisa all’oro olimpico.

K1

Pos Athlete Points
1  Dariusz Popiela (POL) 89
2  Vít Přindiš (CZE) 89
3  Thomas Bersinger (ARG) 83
4  Ondřej Tunka (CZE) 78
5  Alexander Grimm (GER) 78
6  Martin Halčin (SVK) 73
7  Luboš Hilgert (CZE) 64
8  Bradley Forbes-Cryans (GBR) 62
9  Giovanni De Gennaro (ITA) 60
10  Mathieu Biazizzo (FRA) 58

K1 donne

Pos Athlete Points
1  Ricarda Funk (GER) 110
2  Jessica Fox (AUS) 110
3  Jana Dukátová (SVK) 80
4  Jasmin Schornberg (GER) 76
5  Ana Sátila (BRA) 76
6  Elizabeth Neave (GBR) 69
7  Eva Terčelj (SLO) 67
8  Marta Martínez (ESP) 64
9  Li Lu (CHN) 63
10  Maialen Chourraut (ESP) 60

C1 

Pos Athlete Points
1  Alexander Slafkovský (SVK) 92
2  Anže Berčič (SLO) 84
3  Thomas Koechlin (SUI) 74
4  Pierre-Antoine Tillard (FRA) 67
5  Roberto Colazingari (ITA) 66
6  Jure Lenarčič (SLO) 66
7  Nicolas Peschier (FRA) 66
8  Tomáš Rak (CZE) 64
9  Martin Thomas (FRA) 63
10  Adam Burgess (GBR) 63

C2

Pos Athletes Points
1  David Schröder/Nico Bettge (GER) 105
2  Daniel Marzo/Jesús Pérez (ESP) 94
3  Pierre-Antoine Tillard/Edern Le Ruyet (FRA) 83
4  Nicolas Scianimanico/Hugo Cailhol (FRA) 77
5  Ondřej Karlovský/Jakub Jáně (CZE) 75
6  Pierre Picco/Hugo Biso (FRA) 66
7  Zhang Hang/Deng Xiao (CHN) 57
8  Kai Müller/Kevin Müller (GER) 51
9  Pietro Camporesi/Niccolò Ferrari (ITA) 50
10  Charles Correa/Anderson Oliveira (BRA) 45

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.drago@oasport.it

Foto Pier Colombo

Lascia un commento

Top