Calcio, Europei Francia 2016: Austria-Ungheria 0-2, le pagelle. Szalai e Stieber per il trionfo magiaro


calcio-ungheria-twitter uefa euro 2016

Esordio da sogno per l’Ungheria agli Europei 2016. I magiari si impongono per 2-0 sull’Austria grazie alle reti di Szalai (non segnava da un anno) e di Stieber. Adesso l’Ungheria sogna gli ottavi,mentre per gli austriaci la qualificazione sembra lontanissima.

Dopo appena trenta secondi subito grande occasione per l’Austria: Alaba prende pala e fa partire un sinistro potentissimo che centra in pieno il palo con Kiraly ampiamente battuto. Il giocatore del Bayern è scatenato nei primi dieci minuti, ma questa volta il portiere ungherese è attento e blocca il tentativo dell’austriaco, che era stato servito perfettamente in profondità da Arnautovic.

L’Ungheria con il passare dei minuti prende coraggio e costruisce qualche buona azione, soprattutto con Gera che ci prova dalla distanza ma trova Almer attento e sicuro nella parata.

È comunque l’Austria ad avere altre due ottime occasioni: prima Junuzovic scarica un violento sinistro che Kiraly riesce a bloccare e poi è Harnik a incespicare nel momento della conclusione dopo l’ennesimo ottimo suggerimento di Arnautovic. Nel finale di tempo comunque è Dzsudzsák con un diagonale di destro ad impensierire Almer, anche se il pallone termina a lato della porta

Ad inizio ripresa ci prova subito Janko ma il tentativo della punta austriaca è debole. Il primo vero pericolo è di marca ungherese con Almer che deve compiere un grandissimo intervento su Dzsudzsák.

La partita si sblocca al 62′ e trova il gol proprio il peggiore in campo fino a quel momento, Adám Szalai: l’attaccante magiato scambia benissimo con Kleinheisler e prima dell’uscita di Almer lo anticipa in spaccata.

Subito il gol l’Austria si butta avanti, ma proprio al primo assalto nell’area ungherese resta in dieci uomini. Hinteregger calcia per due volte verso la porta, trovando anche il gol, ma l’arbitro annulla tutto per un precedente fallo di Dragovic. Proprio questo fallo costa carissimo al centrale della Dinamo Kiev, che era già ammonito ed è obbligato così a tornare con anticipo negli spogliatoi.

Il rosso demolisce le speranze austriache con Alaba ed Arnautovic troppo soli ad inventare. L’Austria attacca e l’Ungheria colpisce in contropiede con Stieber, che riceve da Priskin e non sbaglia a tu per tu con il portiere chiudendo la gara.

CLICCA PAGINA 2 PER LE PAGELLE DELLA PARTITA

Lascia un commento

Top