Calcio, Copa América Centenario 2016: il match inaugurale è della Colombia, 2-0 agli USA

James-Rodriguez-colombia-calcio-foto-profilo-twitter-FourFourTweet.jpg

La Copa América Centenario ha avuto ufficialmente inizio nella notte italiana a Santa Clara, dove i padroni di casa degli Stati Uniti hanno sfidato la Colombia, una delle compagini favorite per la vittoria finale.

Nonostante a mantenere il possesso di palla siano stati principalmente i giocatori a stelle e strisce, sono stati i colombiani a rendersi più pericolosi sin dall’inizio della partita. I Cafeteros sono infatti passati in vantaggio dopo appena otto minuti grazie ad uno splendido tiro del difensore milanista Cristián Zapata su un calcio d’angolo di Edwin Cardona. Nonostante le buoni doti di palleggio a centrocampo, sotto la guida del capitano Michael Bradley, ed un tentativo dalla distanza di Clint Dempsey, al suo match numero 125 con la nazionale, gli statunitensi si sono ancora esposti agli attacchi colombiani, ed al 42′ un fallo di mano del ventiduenne difensore DeAndre Yedlin ha permesso a James Rodríguez di raddoppiare su calcio di rigore.

Per vedere gli Stati Uniti mettere a repentaglio in maniera concreta l’inviolabilità della porta di David Ospina abbiamo dovuto attendere l’ora di gioco, quando Bradley ha pennellato un calcio d’angolo verso Geoff Cameron, difensore specializzato nel gioco aereo, il cui tentativo è stato fermato sulla linea di porta. Al 77′ la Colombia avrebbe avuto la possibilità di mettere a segno una terza rete, con un’azione in velocità di Carlos Bacca che colpisce la traversa a tu per tu con l’estremo difensore Brad Guzan. Gli ultimi tentativi della squadra di Jürgen Klinsmann, come il maldestro tiro di Alejandro Bedoya all’82’ o la punizione di Bradley all’86’, non sortiscono alcun effetto.

La partita si è dunque conclusa sul 2-0 per la formazione allenata dall’argentino José Pékerman, che conferma, con questa vittorie, le legittime ambizioni di vittoria finale, anche se preoccupa – ma non troppo – l’infortunio alla spalle di Rodríguez, uscito dolorante al 70′. I padroni di casa, invece, dovranno rivedere qualcosa sia nel reparto offensivo che in quello difensivo, anche se le partite contro Paraguay e Costa Rica si annunciano decisamente più alla portata in ottica passaggio del turno.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top