Tennis, Fed Cup 2016: Errani e Vinci le chiavi per provare a impensierire la Spagna. Jolly Schiavone

Roberta-Vinci-supertennis-FB.jpg

Come abbiamo visto, la selezione italiana di Fed Cup si giocherà la permanenza nel World Group affrontando la Spagna nella terra rossa del tennis club di Lleida il prossimo week-end. Le iberiche rappresentano per le azzurre uno scoglio molto duro da superare, ma quali sono le reali possibilità di vittoria per le ragazze di Corrado Barazzutti?

Molto dipenderà sicuramente dalle prestazioni di Sara Errani e Roberta Vinci nei singolari, dove affronteranno Garbine Muguruza e Carla Suarez Navarro, rispettivamente numero 4 e 11 del ranking Wta.

Iniziamo la nostra analisi da Sara Errani, che affronterà Garbine Muguruza per la prima volta sulla sua superficie preferita. Le due si sono infatti incontrate fino ad ora solamente sul cemento, totalizzando 2 vittorie a testa nei 4 precedenti. La terra giocherà a favore della bolognese, ma la spagnola sta attraversando un periodo di forma straordinario, che l’ha vista scalare il ranking mondiale nel 2015, arrivando addirittura alla finale di Wimbledon. Netto 8-3 invece nei confronti con Carla Suarez Navarro. La Errani è avanti anche nel conto delle sfide sulla terra, superando l’iberica in 5 occasioni contro 2, tra cui la finale di Acapulco 2013. Entrambe le tenniste hanno conquistato un torneo nel 2016, rendendo molto equilibrata la prossima partita.

Duello invece inedito quello tra Roberta Vinci e Garbine Muguruza. Le due non hanno infatti mai condiviso il campo, per cui si preannuncia una battaglia molto intensa a Lleida. La differenza di ranking non è molta (Roberta numero 8, Muguruza 4), ed entrambe si sanno adattare al meglio ad ogni superficie. I precedenti con Carla Suarez Navarro vedono invece prevalere l’iberica 4-1, con un netto 2-0 sulla terra rossa.

C’è poi da considerare il jolly Francesca Schiavone. La Leonessa non è una “titolare”, è al tramonto della sua brillante carriera, ma se verrà impiegata metterà in campo tutta la grinta che l’ha sempre contraddistinta.

Foto: pagina Facebook Supertennis

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top