Hockey su ghiaccio: quattro altoatesine verso la Ebel 2. Milano ago della bilancia per il futuro della Serie A?

Milano-e-Pusteria-Hockey-Ghiaccio-Carola-Semino.jpg

Probabilmente bocciate nella domanda d’iscrizione alla Ebel, il massimo campionato (privato) austriaco aperto però anche a squadre ungheresi, slovene, ceche, in passato croate e al Bolzano campione nel 2013-2014, Renon e Val Pusteria che si stanno giocando lo scudetto (domani alle 17.30 è prevista gara-4 a Brunico, diretta tv su RaiSport, serie sul 2-1 per i Lupi) dovrebbero comunque dire addio alla Serie A partire dalla prossima stagione.

La Gazzetta dello Sport in edicola oggi, infatti, rivela che le due cugine altoatesine, seguite dalle vicine formazioni di Vipiteno e Selva di Val Gardena, dal 2016-2017 potrebbero partecipare alla Ebel 2, campionato ovviamente di minor prestigio – “una sorta di Serie B” – rispetto alla Ebel ma comunque ricco di formazioni da diversi stati dell’est Europa. Sembra questo, dunque, il futuro dell’hockey italiano, che quest’anno ha dato vita a una Serie A composta da otto compagini con quattro stranieri per squadra e una Serie B amatoriale con 16 formazioni vinta recentemente dal Merano.

Non possiamo impedir loro di emigrare – ha detto alla Rosea il presidente federale Andrea Gios – ma è chiaro che non potranno essere in lizza per il titolo italiano. Persa Bolzano, non possiamo stare senza Milano“. Ecco quindi che il quotidiano ipotizza un campionato unito che riaccolga nella massima serie la società di Ico Migliore e piazze varie come Valpellice, Varese, Como, Merano, Cortina, Asiago, Fassa, Appiano, Egna e Caldaro. Un mix tra l’ultima A e B che avrebbe trovato molta “sensibilità” anche da parte del presidente del Coni, Giovanni Malagò.

Due, però, i punti fermi: un doppio turno settimanale e almeno due-tre stranieri per squadra“, ha concluso Gios. “Non rinunciamo a nessun club, facciamo crescere i giovani e stiamo molto attenti al discorso stranieri. Noi, a queste condizioni, siamo più che disposti“, la risposta del presidente milanese, che ha aggiunto di non essere interessato alla Ebel 2 né di essere stato interpellato dalla Fisg.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto: Carola Semino

Lascia un commento

Top