Freccia Vallone 2016, il percorso: arrivo sul Muro di Huy, riproposta la côte de Cherave

Schermata-2016-04-18-alle-12.25.08.png

Nessuna pausa. La settimana delle Ardenne non concede respiro ai corridori e mercoledì si disputerà la Freccia Vallone. Una gara corta e fortemente caratterizzata dal Muro di Huy, dove si concluderà la gara.

Partenza da Marche-en-Famenne per 196 chilometri totali. La prima parte di gara non prevede côtes segnalate, ma la strada non presenterà mai veramente pianura. La prima salita vera e propria sarà la côte de Bellaire dopo 67 chilometri: 1000 metri al 6% di pendenza media. In totale, saranno 12 le asperità da superare.

Il Muro di Huy si affronterà tre volte nell’arco della giornata: la prima a 100 chilometri dalla conclusione, la seconda 29 e la terza in concomitanza dell’arrivo. Poco più di un chilometro al 9% di pendenza media ma con punte che arriveranno fino al 26. Gli ultimi 100 metri spianano ed è lì che si potrebbe fare la differenza: chi ha le gambe e riesce a mettere il rapporto più lungo per creare velocità può vincere proprio in questo breve tratto.

Negli ultimi 30 chilometri sono previste altre due côtes intercalate tra i due passaggi sul Muro. Prima la côte d’Ereffe, due chilometri con pendenza del 5% a 16 dalla conclusione. Dieci chilometri dopo, quando ne mancheranno solamente 6 al traguardo, la côte de Cherave. Poco più di un chilometro e pendenza media superiore all’8% il trampolino di lancio ideale per provare ad anticipare. Non sarà facile fuoriuscire dal gruppo ma sembra l’unica alternativa ad uno scontro frontale tra i big nell’ultimo chilometro.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Tag

Lascia un commento

Top