Vela, Princesa Sofia 2016: l’Italia punta tutto sul 470, Zandonà-Trani favoriti per Rio

470-vela-foto-pagina-fb-federvela.png

Fari puntati sul 470. Gabrio Zandonà e Andrea Trani sono infatti i favoriti per strappare il pass olimpico in palio al Trofeo Princesa Sofia. I campioni del mondo del 2003 hanno dimostrato di aver ritrovato subito il feeling dei bei tempi, strappando due sesti posti in Coppa del mondo a Miami e ai Mondiali di San Isidro. Con un’altra prestazione sugli stessi livelli o anche leggermente inferiore, non ci dovrebbero essere problemi nel tenersi alle spalle le altre nazioni a caccia di un biglietto per Rio.

Quelle da tenere d’occhio saranno il Portogallo che schiera tre equipaggi (António Matos Rosa-João Matos Rosa-Diogo Pereira, Manuel Macedo, João Villas-Boas Miguel Nunes) e il Belgio di Corentin Demanet e Quinten Lauwers. Attenzione anche alle tre barche ucraine di Igor Lvov-Illia Malovychko, Sergii Pochtovyk-Igor SeverianovBorys Shvets-Pavlo Matsuyev e alle tre con bandiera polacca di Maciej Sapiejka-Adam Krefft, Kamil Cesarski-Beniamin Waszkiewicz Marcin Urbański-Paweł Krysiak.

Zandonà-Trani non saranno naturalmente gli unici azzurri in gara. Al loro fianco ci saranno altri sette equipaggi tra i quali spiccano Simon Sivitz Kosuta-Jas Farneti, Matteo Capurro-Matteo Puppo e i fratelli torinesi Emanuele ed Enzio Savoini, i migliori nella rassegna iridata del 2015. Questi gli altri equipaggi: Niccolò Bertola-Jacopo Izzo, Corrado Capece Minutolo-Valerio Galati, Mattia Panigoni-Cesare Massa Giacomo Ferrari-Giulio Calabrò.

Più complicato invece il discorso al femminile con Elena Berta-Sveva Carraro e Roberta Caputo-Alice Sinno che dovranno vedersela con gli equipaggi estoni, finlandesi, israeliani, svizzeri, turchi e ucraini. Le rossocrociate Linda Fahrni-Maja Siegenthaler e l’equipaggio con la stella di David di Noya Bar-Am-Rimon Shoshan partono con i favori del pronostico. Risultano inscritte anche gli equipaggi tricolori di Ilaria Paternoster-Bianca CarusoBenedetta Di Salle-Alessandra Dubbini, queste ultime campionesse del mondo junior e grande speranza per il futuro.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.drago@oasport.it

Lascia un commento

Top