Paralimpiadi. verso Rio 2016: la nazionale para-archery e quella di atletica si preparano agli Europei

Para_archery_Fitarco_Arco.jpg

Smaltite le festività pasquali, ogni giorno che passa avvicina sempre di più il mondo sportivo all’appuntamento chiave di Rio 2016.

Rassegna che sarà sia olimpica sia paralimpica, e proprio su quest’ultima il focus di alcune nazionali azzurre sarà incentrato nei prossimi giorni, mesi o settimane al fine di portare il maggior numero di atleti nel contingente verso la terra carioca.

La nazionale para-archery ad esempio, già forte di sette carte paralimpiche, sarà impegnata dal 2 all’11 aprile prossimo in quel di Saint Jean de Monts in Francia per i Campionati Europei andando alla ricerca di ulteriori pass (magari tre, per arrivare ad un totale di 10 rappresentanti) da poter sfruttare in Brasile.

Gli alfieri dell’atletica leggera invece stanno preparando i prossimi Europei di Grosseto, che si terranno a giugno,  testandosi  nei vari Grand Prix planetari. Oxana Corso, solo per citare una delle nostre punte di diamante, ha fatto registrare a Dubai il record del mondo sui 400m piani della categoria T35, con il tempo di 1′.19″.44, facendo eco ai risultati degli scorsi mesi di Martina Caironi, nella velocità, e di Assunta Legnante, nel getto del peso.

Per due rappresentative che danno lustro ai colori italiani, ahinoi ce ne sono altrettante che non sono riuscite a brillare nel loro percorso: la nazionale maschile di basket in carrozzina infatti, aveva da tempo detto addio ai sogni di qualificazione olimpica, mentre da poco si è purtroppo aggiunta anche la nazionale femminile di sitting volley.

Foto: Fitarco

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Tag

Lascia un commento

Top