Nuoto, Open di Marsiglia: Manaudou e Sjoestroem fanno paura. Bene Di Pietro e Rivolta

Florent-Manaudou-nuoto-foto-facebook-fina-dpm.jpg

Dopo McEvoy (47”56) e Adrian (48”05), ecco anche Florent Manaudou. Ha riflettuto a lungo, in autunno, sul fare o non fare i 100 stile libero a Rio 2016. Poi ha deciso di – anche se deve ancora qualificarsi tramite i Trials di fine mese – e oggi, all’Open di Marsiglia, nella giornata conclusiva del meeting dedicato alla memoria di Camille Muffat, il fratello di Laure ha vinto in 48 secondi netti. Un gran tempo che lo proietta tra i must follow in vista di agosto.

Dietro al francese i compagni di squadra Clément Mignon (48”38) e Jérémy Stravius (49”00). Quarto l’italiano Marco Orsi (49”51). L’Italia accoglie anche il successo di un brillante Matteo Rivolta nei 100 farfalla (52”64, sesto crono dell’anno) e i podi di Silvia Di Pietro (terza nei 50 sl in 24”93, record nazionale a un passo) e della sorpresa Giovanni Sorriso (classe 1992 dell’Aniene) terzo nei 200 misti in 2’02”32.

La svedese Sarah Sjoestroem si unisce al club degli 1’55” del fine settimana nei 200 stile libero al femminile e, dopo Katie Ledecky da Orlando ed Emma McKeon da Sydney, manda un segnale a Federica Pellegrini sotto forma di 1’55”48 che è il secondo miglior tempo stagionale. Carlotta Zofkova (1’00”74 nei 100 dorso) e Christopher Ciccarese (2’01”02 nei 200 dorso) sono quarti, mentre Fabio Scozzoli si ferma a 1’01”70 nei 100 rana. Il romagnolo è sesto battuto anche da Flavio Bizzarri (quinto, 1’01”46).

I RISULTATI COMPLETI

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook Fina/DeepBlueMedia

Lascia un commento

Top