Ciclismo, Strade Bianche 2016: Nibali per dare un segnale a Valverde e Sagan

Vincenzo-Nibali-Ciclismo-Ufficio-Stampa-Giro-di-Lombardia-RCS.jpg

Soltanto 24 ore ci separano dal primo vero grande appuntamento di questo 2016. La Strade Bianche, con il suo sterrato ed i suoi continui saliscendi, promette scintille e grande spettacolo. La startlist della Classica del Nord più a Sud d’Europa, come amano chiamare la corsa gli organizzatori, è eccezionale.

Vincenzo Nibali vuole dare un forte segnale a due dei corridori maggiormente accreditati per la vittoria in terra senese, ovvero lo spagnolo Alejandro Valverde (Movistar) ed il Campione del Mondo slovacco Peter Sagan (Tinkoff). Il siciliano dell’Astana cercherà di cogliere la seconda importante vittoria con il Tricolore sul petto, dopo il mitico Giro della Lombardia 2015. Lo Squalo ha già dimostrato di poter essere competitivo su questo tipo di percorsi. E’ ancora vivo il ricordo del capolavoro dipinto da Vincenzo il 9 luglio 2014 al Tour de France, quando nella tappa che attraversava alcuni tratti storici della Parigi-Roubaix, incantò il pubblico correndo da padrone, domando il pavè che mise KO il britannico Chris Froome ed infliggendo un pesante distacco all’iberico Alberto Contador.

La Strade Bianche è una corsa da corridori veri, che non si tirano indietro. Vincenzo incarna perfettamente il corridore tipo, colui che può domare a perfezione le colline senesi. Dovrà mettere alla frusta in primis Peter Sagan. Il ciclista della Tinkoff può contare su un’ottima squadra, ma soprattutto sulla straordinaria capacità di saper leggere alla perfezione le corse, sapendo cogliere l’attimo con un tempismo di cui solo i grandi campioni sono dotati. Le sue stoccate fanno male a chiunque, per questo motivo Nibali non dovrà attendere gli ultimi km, nei quali lo slovacco è killer.

Uno dei favoriti d’obbligo, ed avversario scomodo per il nostro Squalo, è sicuramente Alejandro Valverde. Il 36enne di Las Lumbreras de Montegaudo è corridore da Classiche. Tre vittorie alla Freccia Vallone ed altrettante alla Liegi-Bastogne-Liegi testimoniano la sua forza nelle gare di un giorno. Il terreno variegato, gli irti strappi e le caratteristiche di questa decima edizione della Strade Bianche, possono esaltarne le sue doti. Siamo sicuri che Valverde possa dare del filo da torcere al siciliano.

Ormai manca poco, sarà una gara da ricordare, ne siamo certi.

Foto: Ufficio Stampa Giro Lombardia

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top