Volley, SuperLega – 19^ giornata: le pagelle. Juantorena e Miljkovic affondano Modena, Giannelli-Nelli diagonale del futuro

Juantorena-2-Civitanova-Roberto-Muliere.jpg

Nel weekend si è disputata la 19esima giornata di SuperLega, il massimo campionato italiano di volley maschile (clicca qui per cronaca, risultati e classifica). Di seguito le consuete pagelle per scoprire i migliori e i peggiori dell’ultimo turno.

 

OSMANY JUANTORENA e IVAN MILJKOVIC: 10. Civitanova si aggrappa alla Pantera e al Capitano per vincere lo spareggio con Modena, volare in testa alla classifica generale e ipotecare il primo posto al termine della regular season. I cucinieri espugnano il PalaPanini con convinzione, trascinati dai 20 punti a testa dei due bomber più rappresentativi della formazione di Blengini. Lo schiacciatore si rende protagonista di una partita fuori dal comune in fase offensiva (75%, senza errori e un solo muro subito), risultando determinante nel primo set e nel ribaltone del secondo parziale insieme all’opposto (64%). Alle loro spalle l’ottimo regista Christenson, ma è tutta la Lube ad aver giocato bene rendendo anche difficile assegnare la palma del migliore in campo.

SIMONE GIANNELLI e GABRIELE NELLI: 9. Trento ha vinto a Latina anche grazie alla prestazione importante di Tine Urnaut (23 punti, 51% in attacco in una delle sue migliori partite stagionali) ma scegliamo di premiare con merito la giovanissima diagonale italiana messa in campo da coach Stoytchev. Ancora una volta sono i Campioni d’Italia a credere nel vivaio, dandogli ampia fiducia in incontri ufficiali (i due hanno già giocato giovedì sera in Champions League!). L’anno scorso esplode il fenomeno del palleggiatore poi diventato titolare della Nazionale, ora l’opposto sostituisce la star Djuric e ha fatto bella figura (18 punti, 44% in fase offensiva nonostante qualche errore di troppo, 4 muri a segno). Tutto senza l’infortunato capitan Lanza, senza l’opposto di riferimento: Trento ora è terza, a tre punti da Modena.

RAMOS HERNANDEZ: 9. Un mostro! Molfetta è sotto 2-0 contro Perugia, l’opposto cubano se la carica sulle spalle e la trascina verso una rimonta favolosa che vale un successo fondamentale in ottica sesto posto. Scatenato come sempre, Hernandez segnerà addirittura 32 punti (48% in attacco, 4 aces). Un vero fenomeno che stravince il duello con Atanasijevic.

IVAN RAIC: 8. Un innesto con i controfiocchi! L’opposto sembra essere diventato il risolutore di Monza e, dopo l’ottima prestazione di settimana scorsa, si ripete sfoderando 25 punti con 6 strepitosi aces che trascinano i brianzoli alla vittoria su Piacenza che vale il settimo posto!

 

MODENA: 5. Momento di appannamento in un frangente topico della stagione. Dopo aver trionfato in Coppa Italia inscenando un dominio fuori dal comune, i canarini sono entrati in un tunnel: seconda sconfitta casalinga consecutiva, secondo big match perso nel girone di ritorno (contro Trento il primo proprio al Pala Panini), ko anche in Champions League, un gioco meno spumeggiante del solito e qualche ingranaggio che ha faticato. Pesa sicuramente l’assenza di Petric e manca anche un po’ di “fiato” al team in generale. Servirà rialzarsi prontamente, già dal turno infrasettimanale per non rischiare di farsi riprendere anche da Trento. Civitanova si ripresa il primato dopo nove giornate a tinta emiliana, ora sarà difficile recuperare.

PERUGIA: 5. I Block Devils volano sul 2-0 a Molfetta, sembra essere in arrivo una vittoria importante in ottica quarto posto e invece subiscono la furiosa rimonta degli avversari che poi trionfano al tie-break. Un black-out importante per gli uomini di Kovac (e non è una novità). Non bastano i 27 punti di Atanasijevic e i 6 muri di Buti: serve più attenzione!

 

(foto Roberto Muliere)

Lascia un commento

Top