MotoGP, Casey Stoner: “Ho avuto indicazioni migliori”. Petrucci: “Faticavo a stargli dietro”

Stoner-Ducati-Pagina-FB-Stoner.jpg

Casey Stoner, tornato alla Ducati nel ruolo di collaudatore, non ha sfigurato nel secondo giorno di test MotoGP effettuati a Sepang, ottenendo la nona piazza a pochi millesimi dal compagno di squadra Andrea Iannone, ma davanti ad Andrea Dovizioso.

È stata un’altra giornata positiva, girare con gli altri piloti ti dà delle indicazioni migliori. Abbiamo provato tantissimo, raccogliendo una mole enorme di dati che sarà utile per lo sviluppo“, ha dichiarato l’australiano.

Spero davvero che Stoner non torni a gareggiare. Oggi non faceva niente di speciale in pista, però in alcune sezioni andava talmente forte sul passo che faticavo a stargli dietro…Scherzi a parte, è davvero molto bello per noi che sia tornato a girare“, le parole di Danilo Petrucci (Pramac) a Sky.

Insomma, Stoner rappresenta un concreto punto di riferimento (e fonte di timore?) per i compagni di squadra. Lo ammette anche Andrea Iannone: “Ci siamo concentrati sulle prove delle Michelin, che ci ha dato delle mescole differenti per l’anteriore. Per l’ultomo giorno ci concentreremo sul setting ideale per la moto 2016. Stoner? Da lui c’è sempre da prendere spunto“.

Infine Dovizioso commenta una giornata negativa: “Giornata strana, con qualche inconveniente. Devo adattarmi ancora bene alle Michelin che sono ottime in percorrenza, ma mi danno dei problemi nella frenata aggressiva. Devo adattarle al mio stile e sfrutterò l’ultima giornata in questo senso. C’è molto margine per progredire”. 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pagina FB Casey Stoner

Lascia un commento

Top