Tennis, Australian Open 2016: ottavi di finale fatali per Cecchinato-Seppi e Vinci-Kuznetsova

tennis-andreas-seppi-federtennis-tonelli.jpg

L’edizione 2016 degli Australian Open riserva ancora brutte notizie per il tennis italiano. Nei match di doppio, valevoli per gli ottavi di finale, che vedevano impegnati il doppio Andreas Seppi-Marco Cecchinato e Roberta Vinci-Svetlana Kuznetsova, arrivano due sconfitte. Seppi-Cecchinato sono stati eliminati dai numeri 1 del tabellone Jean-Julien Rojer-Horia Tecau con lo score di 7-6 6-3 in 1 ora e 28 minuti di gioco mentre Vinci-Kuznetsova si sono arrese alla coppia pluridecorata costituita dall’eterna Martina Hingis e Sania MIrza, anch’esse il top del ranking al femminile, 6-1 6-3 in ora e 22 minuti.

Nel doppio maschile, Andreas e Marco hanno disputato un ottimo match al cospetto di avversari più forti e rodati nella loro intesa. Il primo set è dominato dai turni al servizio in cui i quattro giocatori costruiscono larga parte dei loro punti: 91% sono i quindici conquistati da Rojer-Tecau con la prima in battuta e l’81% per il duo tricolore. In totale, sono solo 3 le palle break concesse ed annullate dal doppio italiano mentre due dai rivali. L’epilogo al tie-break è scontato. Sfortunatamente, i numeri 1 ATP, nel frangente, si dimostrano superiori, dominando sia in battuta che in risposta, senza lasciare neanche le briciole ai nostri due giocatori. Ne vien fuori un parziale di 7-0 che non ammette repliche.

Nella seconda frazione, l’efficacia nei turni al servizio di Marco ed Andreas cala sensibilmente: 61% i punti ottenuti con la prima e solo il 43% con la seconda. Di fatto, Rojer-Tecau alzano il livello del proprio gioco, specie in risposta, costruendosi 4 palle break, senza però riuscire a capitalizzarle. Tuttavia, nell’ottavo game c’è lo strappo decisivo (5-3). Il break, però, non spegne le speranze degli azzurri che nel gioco successivo hanno ben 3 chance per controbreakare gli avversari senza però riuscirvi ed ammainano bandiera bianca sullo score di 6-3.

seppi-cecchinato

fonte www.ausopen.com

Sulla Margaret Court Arena, Vinci e Kuznetsova non sono riuscite a contrastare lo strapotere tecnico/tattico di Hingis-Mirza, Nel primo parziale, la differenza tra le due coppie è evidente: il 65% di efficienza in battuta contro il 48% del duo italo-russo ed il 53 dei punti conquistati in risposta rispetto al 38% di Roberta e Svetlana. Dati significativi che descrivono l’andamento del set nettamente appannaggio del numero 1 del draw vittoriose 6-1 in 39′. Nel secondo set, dopo un inizio equilibrato nel quale Vinci-Kuznetsova riescono a recuperare il break di ritardo,.portando il punteggio sul 2-2, nella fase calda vien fuori nuovamente la classe superiore delle rivali. Dal 3-3, Hingis-Mirza cambiano marcia, aggiudicandosi 3 giochi consecutivi  e chiudendo la sfida sul 6-3.

vinci-kuznetsova

fonte www.ausopen.com

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: Federtennis-Tonelli

 

Lascia un commento

Top