Slittino, Mondiali 2016: squalificati Eggert/Benecken, Oberstolz/Gruber aprono con un bronzo nella sprint

12370756_1682815868602052_5342960812118007229_o1-e1453912412452.jpg

Si aprono con il botto per l’Italia i Mondiali di slittino artificiale sul catino tedesco di Koenigssee. Nella prima giornata di gare, quella dedicata alle sprint (per la prima volta inserite in una competizione iridata), arriva subito una medaglia. Sono Christian Oberstolz e Patrick Gruber a conquistare il podio mondiale: un bronzo, arrivato con qualche minuto di ritardo a causa della squalifica di Eggert/Benecken.

Ennesimo dominio per Tobias Wendl e Tobias Arlt: i campioni olimpici sbaragliano la concorrenza, con un mostruoso 39.032, nettamente miglior tempo in ogni parziale di gara. Le sprint si confermano il pane della coppia tedesca: in stagione un secondo posto e, con questa, tre vittorie in quattro prove (avevano anche il miglior crono dopo la qualificazione di stamattina). Avevano agguantato la medaglia d’argento i grandi rivali di Wendl/Arlt, gli altri tedeschi Toni Eggert e Sascha Benecken, ma a pochi minuti dalla consegna delle medaglie, sono stati estromessi dal podio causa squalifica. A conquistare il secondo posto dunque sono stati gli austriaci Penz/Fischler, staccati di 229 millesimi dalla vetta.

Da sottolineare però la gara dei nostri portacolori: i due altoatesini hanno confermato la prova di Park City (era arrivato un clamoroso successo in Coppa), testimoniando che quello non era stato soltanto un caso. 396 i centesimi di ritardo dai vincitori, e l’ennesimo alloro di una gran carriera, ad un anno di distanza dal bronzo di Sigulda. Domani la prova su due run: Oberstolz/Gruber ci riproveranno, anche se sarà tutt’altro che facile. Solo 12mi Rieder/Rastner.

A breve il resoconto con tutte le prove.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Paola Castaldi

Tag

Lascia un commento

Top