Pattinaggo artistico, Europei 2016: Savchenko / Massot sfidano i russi, ma Kavaguti / Smirnov danno forfait!

Pattinaggio-Aliona-Savchenko-Bruno-Massot-FB.jpg

Dal 1993 ad oggi, solamente due Paesi sono saliti sul gradino più alto del podio europeo nella prova delle coppie di artistico: la Russia e la Germania. Considerando anche i risultati dell’Unione Sovietica e della Comunità di Stati Indipendenti, poi questo duopolio si estende addirittura fino al 1959. L’ultima coppia vincente di un altro Paese fu infatti quella cecoslovacca Věra Suchánková / Zdeněk Doležal, medagliata d’oro nel 1958 a Bratislava, proprio dove si svolgeranno quest’anno i Campionati Europei di pattinaggio di figura.

Al contrario di quanto avvenne nel 1958, però, il ghiaccio di Bratislava non dovrebbe cambiare le gerarchie continentali. Un anno fa, a Stoccolma, le coppie russe monopolizzarono il podio, e possiamo pronosticare che anche quest’anno saranno in lotta per le medaglie. Campioni in carica e medagliati d’oro anche nel 2010, i veterani Yuko Kavaguti / Alexander Smirnov sarebbero dovuti essere della partita, ma un infortunio alla pattinatrice di origine giapponese li ha costretti a dichiarare forfait. Kavaguti è infatti caduta durante un allenamento fuori dal ghiaccio e, come annunciato da un comunicato stampa, ha riportato la rottura di un legamento ad una gamba. L’atleta è già stata operata, ma al momento non ci si può sbilanciare sui tempi di recupero.

In assenza dei medagliati d’oro di un anno fa, la Russia si affiderà ai campioni nazionali in carica, Tatiana Volosozhar / Maxim Trankov, vincitori inoltre di tre titoli continentali consecutivi tra il 2012 ed il 2014. Medagliati in tre delle ultime quattro edizioni degli Europei, ma senza mai salire sul gradino più alto del podio, Ksenia Stolbova / Fedor Klimov sono invece apparsi in forma nella prima parte di stagione, andando a vincere la Finale del Grand Prix a Barcellona. Da capire, inoltre, quali delle tre coppie di riserva verrà schierata per colmare l’assenza di Kavaguti / Smirnov: molto probabilmente quella composta da Evgenia Tarasova e Vladimir Morozov, terzi ai nazionali e secondi a Skate Canada ad inizio stagione.

A contrastare il dominio russo, dopo due anni di assenza, ci sarà di nuovo lei, Aliona Savchenko: la pattinatrice ucraina naturalizzata tedesca ha ottenuto quattro ori e tre argenti con il suo compagno storico, Robin Szolkowy, ma ora punta a tornare sul podio in compagnia del giovane francese Bruno Massot, passato a sua volta sotto la bandiera teutonica dopo una lunga diatriba tra le federazioni nazionali. La nuova coppia non ha preso parte al Grand Prix, ma ha impressionato nelle competizioni di secondo piano, tanto da essere considerata da molti una delle favorite per il titolo.

Quinti un anno fa, i francesi Vanessa James / Morgan Ciprès reciteranno ancora una volta un ruolo da outsider: sarò soprattutto interessante capire se presenteranno nel loro programma il quadruplo salchow lanciato, salto che hanno dimostrato di saber eseguire correttamente in allenamento, ma che presenta un’elevata dose di rischio.

Come l’anno scorso, l’Italia avrà la possibilità di presentare tre coppie. Quarti a Stoccolma, Valentina Marchei / Ondřej Hotárek non avranno vita facile se vorranno confermare questo risultato, visto che il campo partenti appare ancora più agguerrito. Stesso discorso per Nicole Della Monica / Matteo Guarise, che sul ghiaccio svedese si classificarono sesti, e che quest’anno hanno convinto anche più della coppia numero uno, tanto da strappare loro il titolo nazionale. Nessuna pressione, invece, sui giovanissimi Bianca Manacorda / Niccol Macii, che effettueranno il loro esordio in una grande competizione senior.

CLICCA SU PAGINA 2 PER LA ENTRY LIST COMPLETA DELLE COPPIE

Lascia un commento

Top