Tournée 4 Trampolini 2016: Peter Prevc favorito per spezzare il dominio austriaco

Schermata-2015-12-13-alle-17.33.40.png

Negli ultimi sette anni la Tournée dei Quattro Trampolini, di cui domani inizierà la 64esima edizione, è sempre stata firmata Austria. Da Wolfgang Loitzl a Stefan Kraft passando per Kofler, Morgenstern, Schlierenzauer (due volte) e Diethart. Quest’anno più che mai, però, lo squadrone austriaco sembra in difficoltà alla vigilia della competizione.

Come suggerisce il nome, quattro tappe su quattro trampolini diversi. Si comincia dalla Germania con le gare di Oberstdorf e Garmisch-Partenkirchen per poi trasferirsi in Austria prima a Innsbruck e poi a Bischofshofen. Sedi storiche e tutti trampolini Large Hill, i classici di Coppa del mondo. Da lunedì 28 dicembre a mercoledì 6 gennaio, 10 giorni da vivere con il fiato sospeso in un vorticare di emozioni e gesti tecnici di altissimo spessore (clicca qui per il programma completo della competizione). Il trofeo sarà assegnato all’atleta che al termine degli otto salti di gara avrà totalizzato il maggior punteggio complessivo.

Il grande favorito, per quanto visto nelle ultime settimane, è lo sloveno Peter Prevc. Reduce da una serie di piazzamenti impressionante, viene da 3 vittorie e 5 podi consecutivi. In stagione è uscito solo una volta dai migliori 3 in Coppa del mondo e ha mostrato una solidità tecnica che in ottica Tournée dei Quattro Trampolini, considerando la formula della competizione, lo rende di diritto il favorito numero uno.

Alle sue spalle non possiamo che inserire Severin Freund, detentore della sfera di cristallo. È reduce da un fine settimana non facile ad Engelberg ma nel corso della carriera ha sempre faticato su quel trampolino e prenderlo come unico esempio potrebbe essere fuorviante. Nella prima parte di stagione ha dimostrato di poter vincere e di poter battere anche Prevc ma nelle ultime settimane ha faticato più del previsto. Da valutare i possibili effetti della breve pausa natalizia.

Per quanto riguarda l’Austria , vincente nelle ultime sette occasioni, il nome buono potrebbe essere quello di Michael Hayböck. Secondo lo scorso anno, non aveva iniziato bene la stagione ma nelle ultime gare è cresciuto di condizione con due piazzamenti sul podio nelle ultime tre uscite. Deve ancora trovare la prima vittoria stagionale ma tra gli austriaci è il maggior indiziato a continuare la scia di vittorie iniziata nella stagione 2008/2009. Stefan Kraft non sembra essere ai livelli dello scorso anno nonostante abbia sfoderato qualche ottimo salto ma potrebbe comunque tentare il colpaccio.

Tra gli outsider vanno senza dubbio citati i norvegesi, assoluti protagonisti di questa prima parte di stagione anche se potrebbero pagare la poca continuità sulle 4 gare. Kenneth Gangnes ha vinto una gara a Lillehammer, mentre Daniel Andre Tande ha ottenuto la vittoria a Klingenthal. Attenzione anche Johan Andre Forfang, quarto nella generale e tre volte sul podio in questo primo mese di gare.

Difficile ipotizzare altri pretendenti al successo finale veramente competitivi date le premesse. Negli ultimi anni, però, siamo stati abituati a prestazioni imprevedibili nell’arco delle quattro gare. Basti pensare a Diethart, arrivato direttamente dalla Continental Cup nel 2013/2014 per imporsi a sorpresa dopo quattro prestazioni di livello assoluto. Attenzione, dunque, ad eventuali sorprese dalle retrovie.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

By Clément Bucco-Lechat (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

Lascia un commento

Top