Rio 2016: Riocentro, quattro padiglioni per quattro sport

Riocentro.png

Costruito nel 1977, Riocentro è un centro per esposizioni e convegni situato nel centro della città carioca, considerato il più grande complesso di questo tipo in tutta l’America Latina. Nel 1981, il centro fu anche la sede prescelta per un attentato organizzato dalla dittatura militare brasiliana per giustificare la repressione degli oppositori di sinistra. Una volta venuto alla luce il complotto ordito dal governo, che fece esplodere due ordigni, quest’episodio contribuì al declino della dittatura militare, che si sarebbe poi conclusa nel 1985.

Nel 1992, invece, Riocentro fu la sede del famoso Summit delle Nazioni Unite per la Terra, noto anche come Conferenza di Rio, dove tutti i leader mondiali discussero circa le questioni riguardanti il clima e l’ambiente. Cinque documenti ufficiali, ancora in vigore quest’oggi, furono redatti al termine del Summit: la Dichiarazione di Rio sull’ambiente e sullo sviluppo, l’Agenda 21, la Convenzione sulla diversità biologica, i Principi sulle foreste e la Convenzione sul cambiamento climatico.

In ambito sportivo, nel 2007 Riocentro ospitò diversi eventi dei Giochi Panamericani. Durante i Mondiali di calcio del 2014, invece, il centro du utilizzato per ospitare le televisioni di tutto il mondo.

Dei sei padiglioni esistenti, quattro saranno utilizzati per i Giochi Olimpici di Rio 2016: il padiglione 2 sarà la sede della boxe, il padiglione 3 del tennistavolo, il padiglione 4 del badminton ed il padiglione 6 del sollevamento pesi. Nel padiglione 3 e nel padiglione 6 si terranno rispettivamente anche le prove paralimpiche di tennistavolo in carrozzina e powerlifting. La capienza dei padiglioni varia dalle 2.000 alle 4.500 persone.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top