MotoGP, GP Valencia 2015: Rossi-Marquez-Lorenzo. Guerra psicologica

Rossi-Lorenzo-MotoGP-FOTOCATTAGNI.jpg

Tensione che ormai si taglia con un coltello. E’ questa l’aria che si respira nell’avvicinamento all’ultimo atto del Mondiale 2015 di MotoGP a Valencia, in programma l’8 Novembre. Le polemiche del post GP della Malesia stentano ancora a diradarsi ed ormai è diventata una vera e propria sfida psicologica tra i principali attori della contesa iridata ovvero Valentino Rossi e Jorge Lorenzo.

Dopo il fattaccio di Sepang,  la penalizzazione di -3 punti sulla patente e la partenza dall’ultima fila dell’appuntamento valenciano, Rossi ha messo sul tavolo da gioco una carta rischiosa, quella del ricorso al Tas. Un appello chiesto dal pilota di Tavullia e dei suoi legali che, in un certo qual senso, scavalca l’autorità della FIM/Dorna, assai latitante nel round malese. Una scelta che ha dato un ulteriore colpo agli avversari di Valentino, in primis Jorge Lorenzo. Il maiorchino, di fatto, già nell’immediato dopo gara di quasi 2 settimane fa, si era mostrato decisamente nervoso: “Ora la gente avrà cambiato opinione su di lui; “Ritengo la sanzione ingiusta, il nome è valso un trattamento di favore; “Dovevo arrivare a Valencia in vantaggio, non con 7 punti da recuperare“. Amarezza e rabbia, dunque,  per una penalizzazione inflitta al suo compagno/rivale troppo lieve, dal suo punto di vista,  in un contesto già molto teso di suo per quanto avvenuto nella famosa conferenza stampa del giovedì, giorno in cui il gioco psicologico, se così lo vogliamo chiamare, ha avuto inizio.

Ora, nell’appuntamento di Valencia, la gestione del nervosismo sarà forse l’arma vincente dei due contendenti. In Malesia, Rossi ha finito per pagare, caramente, una condizione di cui egli stesso, in parte, era stato artefice. Le accuse dirette, senza troppi giri di parole, di accordo tra Marc Marquez e il suo team mate hanno avuto una chiara reazione in pista fin dalle prove libere. Atteggiamenti strani da parte del Cabronçito, soprattutto, che hanno finito per sfogarsi completamente la domenica  con l’episodio che anche gli alberi conoscono. La Spagna potrebbe essere, di conseguenza, solo la seconda parte di uno show già visto e altresì con più carica emotiva.

L’attesa infatti della sentenza del Tas per il 6 Novembre, da un lato, e la richiesta di Jorge Lorenzo di intervenire nell’appello presentato da Valentino Rossi e respinta dal Tribunale Arbitrale dello Sport, dall’altro, sono solo gli ultimi episodi in ordine di tempo che, soprattutto, nel maiorchino fanno intravvedere eccessiva preoccupazione. La scelta di voler presentare documentazioni, come spiegato nel link, sentendosi direttamente parte in causa fa intuire un atteggiamento, forse, troppo pressante di Jorge e, nello stesso tempo, poco apprezzato dalla Yamaha. Il team di Iwata, secondo quanto viene riportato da Sky, si è dissociato dall’inserimento di Jorge nella vicenda tra Rossi e la FIM presso il TAS. “Ci dissociamo e non comprendiamo – afferma il Responsabile della comunicazione William Favero – come mai Jorge abbia provato ad inserirsi per la seconda volta in una vicenda non sua. Non comprendiamo come possa considerarsi parte lesa nei fatti che hanno riguardato Rossi e Marquez. Siamo dispiaciuti che anche questa volta Jorge abbia preso un’iniziativa senza avvisarci, cosa che invece Rossi ha fatto prima di intraprendere il suo percorso al Tas“. (clicca qui per saperne di più)

Una dichiarazione quella di Favero che non lascia spazio alle interpretazioni e che fa capire come la posizione di Lorenzo sia decisamente adombrata da quella del 46 in squadra. Non certo, quindi, il miglior modo per iniziare un weekend così importante, tenendo conto che lo spagnolo, distante 7 punti da Valentino in classifica generale, dovrà verosimilmente cercare di vincere o arrivare secondo per rendere quasi impossibile la vittoria finale di Rossi. Ci attende quindi una contesa che vivrà tantissimo sulle energie psicologiche in ballo perchè entrambi gli yamahisti avranno delle difficoltà non semplici da affrontare.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

FOTOCATTAGNI

Twitter: @Giandomatrix

Lascia un commento

Top