La leggenda diventa mito: Richie McCaw annuncia il ritiro dal rugby dopo 148 test match

10687069_10152534074571915_3001925781065760667_n.jpg

Richie McCaw ha ufficialmente annunciato il suo ritiro dal rugby giocato. In una conferenza stampa tenuta a Wellington, l’ormai ex capitano degli All Blacks ha comunicato la sua volontà di interrompere una straordinaria carriera internazionale lunga 14 anni, che lo ha portato ad infrangere il record di cap con 148 test match giocati. Da molti considerato il giocatore più forte di tutti i tempi, McCaw ha vinto ben 131 partite disputate con la maglia della Nuova Zelanda (oltre il 90%), guidata in ben 110 occasioni. L’ultima nella giornata più bella, quella di Twickenham, in cui il numero sette kiwi ha alzato al cielo la sua seconda Coppa del Mondo dopo l’ennesima competizione giocata ad altissimo livello. McCaw aveva esordito in nazionale il 17 novembre 2001 a 20 anni, contro l’Irlanda, conquistando la palma di Man of the Match.

Un’icona non solo del rugby, ma dell’intero sport e di un’intera nazione, proprio come Jonah Lomu, scomparso prematuramente non più di ventiquattrore fa. “Appendo gli scarpini al chiodo dopo aver realizzato tutto quello che avrei mai potuto segnare – ha dichiarato il 34enne – Sapere di aver chiuso la carriera contribuendo a far vincere alla Nuova Zelanda la finale di Coppa del Mondo è davvero appagante. Vorrei anche ringraziare i tifosi che mi hanno sostenuto, sia qui che all’estero. Il vostro sostegno per me e per gli altri giocatori ci ha sempre dato un’enorme spinta, ovunque abbiamo giocato”. La leggenda, insomma, entra definitivamente nel mito.

Twitter: @panstweet

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina Facebook All Blacks

Tag

Lascia un commento

Top