Rugby in lutto: è morto a 40 anni Jonah Lomu, leggenda della Nuova Zelanda

Jonah-Lomu-rugby-foto-wikipedia.jpg

Lutto nel mondo del rugby. A meno di un mese di distanza dalla seconda Coppa del Mondo consecutiva vinta dalla Nuova Zelanda, si è spento a 40 anni Jonah Lomu, di ruolo ala e considerato tra i giocatori più forti di sempre grazie a una stazza fisica imperiosa (196 cm per 126 kg) unita a una velocità da centometrista.

Esploso nel Mondiale 1995 – quello vinto poi dal Sudafrica e passato alla leggenda per l’ascesa politica di Nelson Mandela raccontata anche nel film Invictus – Lomu deteneva il record di punti nella storia della manifestazione. In carriera ha vestito le maglie di Auckland Blues, Chiefs, Hurricanes, Cardiff Blues e Marsiglia. Si era ritirato definitivamente nel 2010 dopo che nel 2003 fu colpito da sindrome nefrosica e dovette subire un trapianto di rene. Dal 2007 faceva parte dell’International Rugby Hall of Fame.

Ancora non sono note le cause dell’improvviso decesso, ma la notizia è stata confermata anche dalla federazione neozelandese, da La Gazzetta dello Sport, Marca e BBC. Si spegne la stella All Blacks più famosa di sempre in un momento terribile per lo sport mondiale.

TRIBUTO A LOMU, LA LEGGENDA CHE HA CAMBIATO IL RUGBY PER SEMPRE

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Wikipedia/Fabian Gastiarena

Lascia un commento

Top