Scherma, Coppa del Mondo: il weekend della spada tra Legnano e Berna. Prova a squadre fondamentale per l’Italia

Rossella-Fiamingo-scherma-foto-augusto-bizzi-federscherma.jpg

Sarà il PalaBorsani di Legnano la cornice per l’esordio delle Coppa del Mondo di spada femminile. Ormai l’appuntamento nella città lombarda è diventata una classica del calendario ed è giunto alla sua 39esima edizione. Spettacolo assicurato fin dal venerdì con le qualificazioni, poi il sabato la prova individuale; mentre domenica spazio alla gara a squadre. L’ingresso è gratuito per vivere una tre giorni di scherma spettacolare con davvero tutte le migliori spadiste del mondo in pedana.

Andando proprio nel dettaglio della prova grande attesa per Rossella Fiamingo, reduce da un’estate semplicemente sensazionale con l’argento europeo e il bis mondiale, e ovviamente la siciliana è una delle grandi favorite per la vittoria. Insieme a lei ci saranno anche Bianca Del Carretto, che a Legnano ha vissuto e si è allenata e dunque la vive come se fosse la “gara di casa”, Mara Navarria e Francesca Boscarelli, tutte e tre che hanno grande voglia di fare bene fin dal primo appuntamento di Coppa del Mondo.

Boscarelli che dovrà lottare per il posto di quarta azzurra nella prova a squadre di domenica e dovrà superare la ormai solita concorrenza di Francesca Quondamcarlo. Proprio la gara di domenica sarà fondamentale per l’Italia, che attualmente è a Rio anche per la mancanza di una squadra africana tra le prime sedici del mondo, ma c’è da cancellare la brutta prestazione del Mondiale e tenere a distanza di sicurezza Estonia, Russia e Svezia che si avvicinano pericolosamente. Pensare che l’Italia lo scorso anno era in testa al ranking mondiale, prima di una flessione delle azzurre, che comunque hanno tutto il talento e la qualità per tornare al vertice.

Non solo le donne impegnate in questo weekend, ma in pedana scenderanno anche gli uomini in Svizzera in quel di Berna e anche per gli azzurri sarà un appuntamento fondamentale, soprattutto per quanto riguarda la prova a squadre di domenica.

La vittoria al Mondiale nei quarti con la Francia e il susseguente quarto posto hanno ridato speranza all’Italia, che ora sarebbe qualificata per Rio, sempre in virtù della mancanza di una squadra africana tra le prime sedici. Garozzo e compagni non devono comunque adagiarsi, perchè la strada è ancora lunga e complicata e soprattutto non mancano le avversarie per l’Italia: la Russia è a soli quattro punti di distanza e anche Ungheria, Polonia e Repubblica Ceca non sono lontanissime. Necessario arrivare almeno ai quarti domenica e poi lottare per un altro piazzamento tra le migliori quattro in modo da conquistare punti vitali per il futuro.

Passando alla prova individuale dai nostri spadisti possiamo aspettarci come sempre di tutto e sia Enrico Garozzo sia Paolo Pizzo hanno le possibilità per arrivare sul podio. Ovviamente la concorrenza non manca con i soliti francesi a dominare la scena e poi attenzione ai padroni di casa della Svizzera che in casa sanno sempre esaltarsi.

 

andrea.ziglio@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto da: Augusto Bizzi/Federscherma

Lascia un commento

Top