Olimpiadi Rio 2016: il CIO sospende il Kuwait

Kuwait-Bandiera.png

Il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) ha fatto sapere, attraverso un comunicato, di aver sospeso il Comitato Nazionale Olimpico del Kuwait per “ingerenza indebita del governo. Il massimo organismo dello sport mondiale ha inoltre precisato che, se la situazione dovesse permanere, potrebbe penalizzare il Paese mediorientale in modo più pesante, con una possibile esclusione dai Giochi Olimpici di Rio 2016.

Secondo il CIO, il Comitato del Kuwait starebbe affrontando numerose difficoltà per “preservare la propria autonomia, in particolare in seguito ai recenti emendamenti alla legislazione sportiva“, si legge nel comunicato, anche se non vengono date informazioni più precise sui punti che infrangono il regolamento olimpico. La sanzione, si legge, è stata inflitta “con l’obiettivo di proteggere il movimento olimpico del Kuwait da ogni ingerenza indebita da parte del governo“.

Ricordiamo che un caso simile aveva coinvolto l’India in occasione dei Giochi Olimpici invernali del 2014, a causa delle interferenze del governo nelle elezioni del Comitato Nazionale: in quell’occasione, la sospensione fu tolta proprio durante le Olimpiadi di Sochi, ma gli atleti indiani furono costretti a sfilare senza la propria bandiera nazionale in occasione della cerimonia d’apertura.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top