Motocross: la travagliata stagione di Tony Cairoli dopo anni di trionfi

Tony-Cairoli-Motocross-FOTOCATTAGNI1.jpg

Questo 2015 non sarà un anno da incorniciare per il Motocross italiano, in particolare per il suo mattatore, Tony Cairoli. L’otto volte campione del mondo era alla ricerca di un’altra stagione densa di successi, per confermarsi nella categoria MXGP  il riferimento a livello mondiale, ed aggiudicarsi il suo settimo titolo consecutivo. Purtroppo l’annata non ha lasciato molto al portacolori della KTM, soprattutto a causa di in un infortunio al braccio, nel corso della Qualifying Race di Maggiora, che lo ha debilitato nei round successivi, costringendolo poi ad alzare bandiera bianca per 5 GP ( dal weekend di Loket a quello di Leon in Messico). Vittoria finale che è andata al nuovo astro nascente Romain Febvre, autentico dominatore della stagione con 8 vittorie di tappa e 15 di manche. .

Dei riscontri incredibili degni del miglior Cairoli che certificano la classe del francesino, riconosciuta dello stesso pilota di Patti, alla vigilia del suo ritorno alle gare, nell’ultimo appuntamento stagionale di Glen Helen (California): Voglio complimentarmi con Romain Febvre, ha debuttato alla grande nella MXGP, ha vinto il suo primo titolo mondiale al primo anno. Se avessi dovuto scommettere ad inizio anno, ammetto che non avrei fatto il nome di Febvre, ma alla lunga ha dimostrato di essere costante e competitivo su tutti i terreni. Bravo Romain!”.

Annata chiusa, dunque, con il misero bottino di due vittorie in Spagna e Gran Bretagna che sono davvero troppo poche per un campione come il siciliano. Un infortunio che inoltre lo ha costretto anche a saltare il Motocross della Nazioni, celebre atto di chiusura tra le squadre più titolate del globo,  che, manco a dirlo, ha visto il trionfo della Francia di Febvre e soci.

Non resta che voltare pagina e augurarsi che il 2016 sia meno costellato da eventi sfortunati e che dia a Tony la continuità necessaria per esprimere il suo infinito talento. Certo è che, con un avversario come il giovane transalpino, non sarà facile tornare a vincere e rimpinguare la bacheca di allori.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

FOTOCATTAGNI

Twitter: @Giandomatrix

Lascia un commento

Top