Ginnastica, Novara Cup – Enrico Casella: “Italia, un ottimo test per i Mondiali”. L’analisi del DT, bene le azzurre

IMG_9377.jpg

Le dichiarazioni del Direttore Tecnico Enrico Casella al termine della Novara Cup. In diretta streaming ha analizzato la prova delle azzurre in vista degli imminenti Mondiali.

 

Questo è un test importante. In settimana abbiamo avuto un problema molto serio: Martina Rizzelli si è infortunata, sarebbe stata una pedina importanza per volteggio e parallele. Abbiamo dovuto ridisegnare le ginnaste, le salite all’attrezzo etc.

In più avevamo il rientro di Vanessa Ferrari, ferma da tanto tempo. Sarà importante vedere domani, come starà, se domani sta bene e se non si riacutizza niente io sono già contento così. Rientrare non è mai facile.

È stato fatto un lavoro su Carlotta Ferlito che ha fatto una bella gara. Abbiamo sistemato dei particolari sulla parallela che non funzionavano, sta lavorando bene, sarà importante per noi su tutti gli attrezzi.

I punteggi visti oggi sono reali, assomigliano a quelli che riceveremo ai Mondiali. È stata positiva la sua prova e mi ha convinto. Molto bene ha fatto anche Elisa Meneghini.

 

A noi mancano due esercizi di punta che ci penalizzano il totale di squadra. Non è servito rischiare, Erika e Vanessa hanno fatto solo un avvitamento al volteggio.

Vanessa era importante che facesse il libero ed è rientrato. Ci sono delle cose che vanno viste sotto un’ottica diversa da quello che uno fa normalmente.

Ho anche dei problemi di scelta. Non ha fatto bene Ugrin, Mori è stata presente. Dove però ho bisogno maggiormente (alle parallele) peccano un po’.

Dovrò pensare bene in questi giorni quale potrà essere la migliore combinazione per la squadra.

Bene Mariani perché abbiamo spinto fino all’ultimo per l’esercizio da 6.0, poi abbiamo optato per il 5.8 ed è subito venuta togliendo quella partenza un po’ ansiolitica. Così come è venuta fuori una bella prova alla trave, gli attrezzi su cui possiamo contare su di lei per gli elevati punteggi. Non tutti possono fare i 14.200 ma chi li deve fare deve farli.

Porterò tutte le ginnaste a Glasgow e all’ultimo sceglierò quale sarà la riserva. Le ragazze rispondono in modo alternato. Quella di oggi è una gara e ha una valenza superiore perché c’è pubblico e giuria internazionale e vale più di un test in palestra o in Golden League.

Non è facile il compito di dire chi deve stare fuori. Alle Olimpiadi saranno in cinque. Lo sport è questo. Lavoriamo per migliorare. Perdiamo a volteggio e parallele, guadagniamo in trave con l’assenza di Martina”.

 

Articoli correlati:

Novara Cup – L’Italia convince e si lancia ai Mondiali! La Romania ci batte, azzurre promosse

Novara Cup – Enrico Casella: “Italia, un ottimo test”. L’analisi del DT, bene le azzurre

Novara Cup – Tutti i podi di giornata e le migliori italiane: medaglie a…

Lascia un commento

Top