Ciclismo, Mondiali Doha 2016, il percorso: solo pianura, ma attenzione al vento

Elia-Viviani-Pagina-FB-Team-Sky-e1449586887637.jpg

Sin dalla presentazione i Campionati del Mondo di ciclismo del 2016 hanno destato perplessità. A Doha, dove si terrà la rassegna iridata, è francamente impossibile creare un circuito con difficoltà altimetriche adatte a rendere interessante una corsa di tale importanza.

Inizialmente si parlava anche della costruzione di una collina artificiale per rendere più interessante la corsa, ma quest’ipotesi è stata scartata. Il percorso, dunque, sarà tutto in piano. Un primo tratto di 150 chilometri che si spingerà quasi nel deserto potrebbe creare una prima selezione. A fare la differenza, ovviamente, il vento che in queste zone può essere un fattore determinante. Una volta rientrati in città, nella zona più moderna e futuristica, il resto della gara sarà caratterizzato da un circuito di 15,2 chilometri a sua volta esposto al vento in quanto si svilupperà quasi tutto in riva al mare. Anche qui, la brezza potrebbe farla da padrone.

Il circuito sarà caratterizzato da curve e passaggi tecnici, fondamentali specialmente nelle ultime tornate per prendere la posizione giusta in vista della volata finale. In definitiva, una gara che vivrá delle condizioni meteorologiche: senza vento, probabile anche uno sprint con 150 corridori in gruppo. 

Ricordiamo inoltre che, al fine di evitar temperature estreme, le gare si svolgeranno dal 9 al 16 ottobre. Doha sarà il primo paese mediorientale nella storia ad ospitare un Mondiale di ciclismo su strada.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top