Calcio: cosa serve all’Italia per essere testa di serie ai sorteggi di Euro 2016?

10576972_703976606357686_3400866106510855460_n1.jpg

Stasera si concluderanno i gironi di qualificazione agli Europei 2016 di calcio e l’Italia, ottenendo almeno un punto a Roma con la Norvegia (20.45), chiuderebbe il proprio gruppo da prima classificata oltre che da imbattuta. Ma ciò potrebbe non bastare per essere testa di serie nel sorteggio della fase finale, previsto per il 12 dicembre a Parigi.

Con la nuova formula a 24 squadre, la rassegna continentale avrà, la prossima estate, sei gironi da quattro compagini l’uno. Per determinare le nazionali della prima urna si usa il national ranking Uefa 2015, che tiene conto di tre cicli: qualificazioni a Euro 2012 e fase finale Euro 2012, qualificazioni ai Mondiali 2014 e fase finale Mondiali 2014, qualificazioni a Euro 2016. Al momento sono certe di essere teste di serie la Francia (paese ospitante), la Spagna (campione in carica) e Inghilterra, Portogallo e Germania. Resta da assegnare il sesto e ultimo posto.

E a contenderselo ci sono Olanda, Belgio e Italia. Gli oranje, i meglio posizionati nella classifica, sono però appesi a un filo nel proprio girone. Attualmente quarti, possono ancora sperare soltanto nei play-off battendo la Repubblica Ceca stasera e tifando la già qualificata Islanda in casa della Turchia, rivale diretta di Robben e compagni per il terzo posto. Complicato, insomma, ma se dovessero farcela e vincessero gli spareggi sarebbero automaticamente testa di serie. Per gli azzurri, quindi, al momento il maggior ostacolo è rappresentato dal Belgio.

Stasera, in contemporanea a Italia-Norvegia, è in programma infatti Belgio-Israele. Se i fiamminghi ottenessero i tre punti, l’Italia dovrebbe battere gli scandinavi con una differenza reti uguale o superiore a quattro rispetto a quella dei diretti avversari (sempre attendendo il verdetto dell’Olanda). Per esempio: con l’1-0 belga servirebbe (almeno) un 5-0, con un 2-1 un 5-1, con un 2-0 un 6-0, ecc.. In caso di pareggio o sconfitta del Belgio, all’Italia basterebbe vincere con qualsiasi risultato. Se invece gli azzurri impattassero con la Norvegia, allora bisognerà tifare Israele per il bottino completo a Bruxelles. Ultima ipotesi: in caso di ko azzurro, Israele dovrà vincere in Belgio con uno scarto di quattro o più gol superiore rispetto al passivo di Italia-Norvegia.

Riepilogo. Italia testa di serie se:

– Vince con la Norvegia, l’Olanda non si qualifica a Euro 2016 e il Belgio perde o pareggia con Israele.
– Vince con la Norvegia con quattro o più gol di scarto rispetto a quelli che segna il Belgio per battere Israele e l’Olanda non si qualifica a Euro 2016.
– Pareggia con la Norvegia, l’Olanda non si qualifica a Euro 2016 e il Belgio perde con Israele.
– Perde con la Norvegia. l’Olanda non si qualifica a Euro 2016 e il Belgio perde con Israele con quattro o più gol di scarto rispetto al passivo degli azzurr.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace alla pagina “La storia dell’Italia nelle fasi finali di Mondiali ed Europei

 

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook ufficiale Buffon

Lascia un commento

Top