Calcio a 5: caos prima del Kaos! Terremoto San Vincenzo Cosenza: Serie A a rischio?

San-Vincenzo-Cosenza-calcio-a-5-foto-pagina-ufficiale-cosenza-futsal-fb.jpg

Sembrava una favola, rischia di trasformarsi in un incubo. Per la società e per tutti i giocatori, che oltre a perdere il campionato – che alcuni hanno conquistato sul campo con la promozione dello scorso anno – rischiano di non percepire più lo stipendio e di dover lasciare le case concesse in affitto dalla dirigenza.

Sono ore travagliate in Calabria, sponda San Vincenzo Cosenza, formazione esordiente nella Serie A di calcio a 5 che, dopo il turno di riposo osservato nella prima giornata, si era messa in bella mostra ottenendo la prima storica vittoria sul campo del Montesilvano per 6-3. Nel terzo turno, giocato tra le mura amiche, il più esperto Real Rieti si era imposto per 3-1 e, calendario alla mano, sabato 10 ottobre i cosentini dovrebbero scendere in campo a Ferrara contro il Kaos Futsal.

Dovrebbero, appunto. Perché invece del Kaos, quello che si sta vivendo nella punta dello Stivale è un vero e proprio caos. Iniziato solo pochi giorni fa, ma destinato ad avere gravi ripercussioni sul campionato. Proviamo a riepilogare l’accaduto, basandoci su quanto riporta il sito Calabria Futsal.

FESTA – E’ il 2 ottobre e, sulla propria pagina, il presidente della società Luca Donato festeggia l’esordio casalingo – seppur con un ko – del San Vincenzo Cosenza nella massima serie del futsal italiano. “Molte le difficoltà incontrate – ammette – ma con la nostra caparbietà, impegno, passione, stiamo rimettendo a posto le cose. Oggi si inizia ad essere più tranquilli e sereni, i nostri Partner Commerciali ci sostengono nei fatti con ancor più forza, e questo ci da la consapevolezza di vivere un grande progetto per tutta la città e la Provincia di Cosenza“. 

Domenica 04 ottobre 2015 ore 18,00 il grande debutto in Serie A del Asd Cosenza Futsal………(già Asd Atletico…

Posted by Cosenza Futsal on Venerdì 2 ottobre 2015

DIMISSIONI – Poi, improvvisamente, una lettera firmata proprio Luca Donato e datata 5 ottobre annuncia il “passo indietro” del patron e del vice Giancarlo Bria. E’ un fulmine a ciel sereno a cui subito si cerca di dare una spiegazione e, soprattutto, si prova a rimediare.

Foto da calabriafutsal.it

Foto da calabriafutsal.it

CRITICHE – Adesso i post, pubblicati dalla pagina ufficiale Facebook Cosenza Futsal, sono stati cancellati, ma sempre grazie agli articoli del portale Calabria Futsal sono rimaste le foto come prove tangibili dell’accaduto. Il resto della società ha attaccato duramente la scelta di Donato e Bria, alludendo al fatto che 25 persone perderanno posto di lavoro e, di conseguenza, stipendio. Il motivo pare proprio legato ai mancati pagamenti degli emolumenti e questo acceso post dell’allenatore Francesco Cipolla spiega al meglio la triste situazione che si sta vivendo in città. “Nella giornata odierna, la società ci ha comunicato in maniera ufficiale (tramite social network!) di voler cessare l’attività agonistica per la stagione corrente. Nei giorni scorsi le dimissioni del copresidente Giancarlo Bria, stamane quelle del Presidente Donato, sono eventi decisi a tavolino che colpiscono con una violenza terrificante 25 persone (tra staff, atleti, collaboratori e famiglie) che da un momento all’altro vedono le proprie vite condizionate dall’incapacità di programmare, gestire e portare avanti un progetto che va oltre il mero aspetto sportivo. I suddetti Presidenti, oltre naturalmente a non ottemperare ad alcun impegno economico, si sono dileguati rischiando di lasciare letteralmente per strada (visti i fitti non pagati a chi di dovere) atleti professionisti (qualcuno già senza luce e gas nella propria abitazione) venuti da oltre Oceano con famiglie al seguito. Qui si sta vivendo una situazione di disagio totale che, ripeto, va oltre il mero aspetto del risultato sportivo. A tal proposito, nonostante tutto, io ed i miei ragazzi abbiamo dimostrato sempre e comunque che siamo uomini, allenandoci duramente e quotidianamente, andando a giocare “buttando il sangue” solo e soltanto per amore di questo meraviglioso sport, e dimostrare a noi stessi di doverci/poterci meritare qualcosa di meglio (un domani, chissà). Società come l’ASD San Vincenzo Cosenza Futsal sono il male assoluto del movimento. Mai passasse per “normale”, vista la situazione economica globale e cavolate del genere, che si possa arrivare fino a questo punto. Qui si parla di immoralità, incapacità e disonestà; tutte caratteristiche che, ahimè, questa società ha palesato all’Italia tutta“.

Foto da calabriafutsal.it

Foto da calabriafutsal.it

REGOLAMENTO – Un caso simile era già successo due anni fa, con la Marca Futsal campione in carica costretta ad arrendersi a stagione in corso per problemi economici. Ma cosa accadrà ora al Cosenza Futsal? Il sito Calabria Futsal scrive che non ci sarebbero più le condizioni per continuare il campionato e, addirittura, parrebbe che qualche giocatore abbia già lasciato l’Italia. Il regolamento alla voce “Rinuncia a gara e ritiro o esclusione delle società dal Campionato” (art. 53) recita:

Comma 3: Qualora una società si ritiri dal Campionato o ne venga esclusa per qualsiasi ragione durante il girone di andata, tutte le gare in precedenza disputate non hanno valore per la classifica, che viene formata senza tenere conto dei risultati delle gare della società rinunciataria od esclusa. 
Comma 4: Qualora una società si ritiri dal Campionato o da altra manifestazione ufficiale o ne venga esclusa per qualsiasi ragione durante il girone di ritorno tutte le gare ancora da disputare saranno considerate perdute con il punteggio di 0-3, ovvero 0-6 per le gare di calcio a cinque, in favore dell’altra società con la quale avrebbe dovuto disputare la gara fissata in calendario
Comma 5: Fatto salvo quanto previsto al successivo comma 5 bis, la Società che rinuncia per la quarta volta a disputare gare è esclusa dal Campionato o dalla manifestazione ufficiale“.

Per i tesserati c’è invece l’art. 110:

Comma 1:Nel caso in cui la società non prenda parte al Campionato di competenza, o se ne ritiri o ne venga esclusa, o ad essa sia revocata l’affiliazione, i calciatori per la stessa tesserati, salvo casi eccezionali riconosciuti dal Presidente Federale, sono svincolati d’autorità.
Comma 2: Se le ipotesi previste nel precedente comma si verificano a Campionato già iniziato, i calciatori svincolati possono tesserarsi per altre società subito dopo la pubblicazione del provvedimento.
Tale possibilità è esclusa per coloro che hanno già disputato anche una sola gara del girone di ritorno del Campionato, cui partecipa la prima squadra della società divenuta inattiva“.

SCENARI – Ancora non si sa se la partita in programma sabato 10 ottobre per la quarta giornata di campionato alle 18 contro il Kaos Futsal verrà regolarmente disputata o meno. Il sito Calabria Futsal, che riporta la notizia dell’assenza dei vertici societari al faccia a faccia con la squadra e il tecnico previsto per questa mattina alle 11, scrive che verranno svolti gli allenamenti per non perdere la condizione atletica e presentarsi sul parquet degli emiliani tra due giorni. Ma è ovvio che tutto può cambiare da un momento all’altro.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook San Vincenzo Futsal

Lascia un commento

Top