Basket, Supercoppa 2015: le squadre ai raggi x. Novità per Milano e Sassari, conferme per Reggio Emilia e Venezia

basket-achille-polonara-reggio-emilia-fb-achi-polonara.jpg

Nel weekend a Torino al PalaRuffini si assegnerà il primo trofeo della stagione del basket italiano, la Supercoppa 2015. Anche in questa edizione quattro squadre impegnate (Milano, Sassari, Reggio Emilia e Venezia), andiamo a scoprire nel dettaglio come si presentano a questo appuntamento.

EMPORIO ARMANI MILANO: Ancora una volta si presenta ai nastri di partenza come la squadra favorita e da battere, ma da riscattare c’è una stagione scorsa disastrosa dove l’Olimpia non ha vinto nulla. Squadra completamente rivoluzionata e progetto tecnico affidato a Jasmin Repesa. Della squadra del 2014 sono rimasti solo Alessandro Gentile e Bruno Cerella con l’azzurro, reduce da un grande Europeo, che ha preferito restare a Milano e rimandare il viaggio in NBA. I nuovi sono addirittura dieci: nel ruolo di play ci sono Andrea Cinciarini ed Oliver Lafayette, come guardie Simon, Jenkins ed Hummel (un’ala per lo più) e poi una super batteria di lunghi con McLean, Barac e Lawal. Chiudono i due azzurri Magro e Amato, con quest’ultimo che potrebbe crescere molto e trovare spazio durante l’anno.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Sono i campioni in carica e sono reduci da una stagione trionfale con un meraviglioso Triplete (Scudetto, Coppa Italia e Supercoppa). Anche la Dinamo ha cambiato faccia ed è certamente una squadra diversa rispetto a quella dello scorso anno. Non ci sono più alcune pedine fondamentali come Jerome Dyson, Shane Lawal e Rakim Sanders, ma è rimasto David Logan. A sostituire i partenti sono arrivati giocatori esperti del nostro campionato come MarQuez Haynes e Rok Stipcevic, mentre sotto i tabelloni la coppia Petway-Varnado promette spettacolo. La filosofia del gioco della squadra di Meo Sacchetti difficilmente cambierà e dunque forse ci vorrà un po’ di tempo per i nuovi per assimilare il tutto. In gara secca comunque Sassari resta sempre la migliore del nostro campionato.

GRISSIN BON REGGIO EMILIA: La squadra più italiana di tutte, nonostante le partenze di Andrea Cinciarini e Riccardo Cervi. Aradori, Della Valle, Polonara tutti e tre reduci dall’Europeo con la maglia della nazionale. A loro si sono aggiunti anche Stefano Gentile, chiamato al definitivo salto di qualità ed Andrea De Nicolao. Importantissime e fondamentali le conferme dei due lituani Lavrinovic e Kaukenas e quella di Ojars Silins.
Insieme a Venezia è la squadra che ha cambiato meno e che quindi potrebbe avere i maggiori vantaggi da questo nel primo appuntamento ufficiale della stagione. Subito contro Sassari poi c’è voglia di rivincita dopo l’incredibile serie finale dello scorso anno.

UMANA REYER VENEZIA: In Laguna pochissimi cambiamenti rispetto alla stagione precedente, con il solo arrivo significativo di Josh Owens, reduce da un anno molto buono a Trento. In panchina c’è sempre Carlo Recalcati e in campo sono arrivate le conferme per Phill Goss, Hrvoje Peric, gli ex senesi Ortner, Ress e Viggiano.
Come già detto in precedenza per Reggio Emilia, ha il vantaggio di aver mantenuto l’ossatura dello scorso anno e quindi è una squadra che si conosce benissimo e che potrebbe mettere subito in difficoltà già dal sabato una Milano ancora in fase di costruzione. Poi Venezia vuole vincere finalmente qualcosa per essere considerata definitivamente una big del nostro campionato.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca Qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Basket

foto da pagina FB di Achi Polonara

twitter Andre_Ziglio

andrea.ziglio@oasport.it

Lascia un commento

Top