Vuelta a España 2015, le squadre partecipanti e tutte le ambizioni (seconda parte)

Chris-Froome-FB-Team-Sky.jpg

Abbiamo visto ieri le prime 11 squadre che prenderanno il via sabato alla Vuelta a España 2015. Scopriamo dunque le squadre rimanenti e gli effettivi che si presenteranno al via.

TEAM SKY
Tutti per uno. E quell’uno, come spesso capita, è Chris Froome. I nerazzurri riproporranno il classico schema di gara per il britannico, favorito numero uno al pari di Nairo Quintana. La squadra probabilmente è meno forte di quella del Tour ma può dare il suo apporto. C’è il fido Thomas, c’è Henao, Roche, Nieve e Kiryienka. Che in fondo non è male. Knees, Boswell e Puccio per le tappe pianeggianti.

MOVISTAR
Il dualismo Nairo Quintana-Alejandro Valverde si ripropone anche alla Vuelta. Il colombiano è l’uomo di punta ma lo spagnolo dopo essersi sacrificato al Tour, comunque chiuso sul podio, può volere qualcosa di più. La squadra non è fortissima con il solo Amador a dare garanzie oltre all’azzurro Giovanni Visconti. Che se vuole trovare un posto per il Mondiale ha bisogno come il pane di risultati in questi 21 giorni.

LAMPRE-MERIDA
Squadra tutt’altro che competitiva. L’uomo di classifica sarebbe Przemyslaw Niemiec ma difficilmente il polacco sarà protagonista in salita visti i deludenti risultati raccolti quest’anno. Più presumibilmente, sulle montagne la squadra italiana punterà su Rubén Plaza, soprattutto se il 35enne spagnolo dovesse presentarsi con la stessa condizione messa in mostra al Tour. Le (poche) volate saranno per Maximiliano Richeze.

LOTTONL-JUMBO
Tra quelle World Tour, quella olandese è una delle squadre meno attrezzate per poter far bene. Proverà a lanciarsi spesso e volentieri in fughe da lontano, ma difficilmente riusciranno a togliersi qualche soddisfazione parziale (Tjallingii il più indiziato per provarci). In volata occhio a George Bennet e Tom Van Asbroeck, comunque battuti da quasi tutti gli altri sprinter sulla carta.

AG2R LA MONDIALE
Tutti per Domenico Pozzovivo, capitano indiscusso della formazione francese e a caccia di un difficile piazzamento nella Top Five della classifica generale. Con fenomeni del calibro di Quintana, Froome, Aru, Nibali, Valverde e Rodriguez il compito è assai arduo, ma lo scalatore lucano ha il talento, la condizione e la grinta per provarci. I vari Nocentini, Cherel, Montaguti, Kadri e Minard lo aiuteranno.

ETIXX-QUICKSTEP
Il team belga non punta chiaramente a raccogliere grandi risultati alla Vuelta, considerando le assenze di tanti illustri cacciatori di tappe. L’unico di spicco è Niki Terpstra, che proverà a lanciarsi in qualche fuga insieme – chissà – all’azzurro Gianluca Brambilla. Lo spagnolo David de la Cruz proverà invece a curare la classifica generale.

ORICA-GREENEDGE
Tutto o quasi sulla cronometro a squadre d’apertura. Come spesso accade, i Grandi Giri della squadra australiana si decideranno soprattutto dopo la prima tappa contro il tempo, specialità nella quale Gerrans e compagni sono tra i più performanti al mondo. Poi lo stesso australiano proverà a farsi vedere in qualche tappa mossa per riscattare una stagione alquanto deludente (e sfortunata). Da tenere d’occhio il giovane Caleb Ewan in volata, mentre in salita potrà esplodere definitivamente il colombiano Chaves.

TEAM CANNONDALE GARMIN
Da seguire con attenzione il 24enne statunitense Joe Dombrowski, vincitore recentemente del Tour of Utah. Il capitano, tuttavia, sarà ancora il connazionale Andrew Talansky, con l’obiettivo di entrare in quella Top 10 mancata al Tour de France, mentre vuole riscattare un’abulica Grande Boucle Daniel Martin. Primo Grande Giro per il 20enne sloveno Matej Mohoric.

TINKOFF-SAXO
Senza uno stremato Alberto Contador, i gradi di capitano sono naturalmente passati a Rafal Majka. Il polacco andrà a caccia di qualche successo di tappa e di un piazzamento importante in classifica generale, anche se difficilmente terrà sempre il passo dei migliori. Gli occhi di tutti, però, saranno inevitabilmente puntati su Peter Sagan. Il fuoriclasse slovacco riuscirà a spezzare un tabù lungo due anni nei Grandi Giri? Il talento straborda, la tattica no.

TREK FACTORY RACING
Torna alle corse Fabian Cancellara dopo la Maglia Gialla conquistata al Tour de France e la caduta che lo ha messo fuorigioco proprio quando vestiva il simbolo del primato. Obiettivo ritrovare la condizione giusta in vista del Mondiale. In volata proveranno a farsi vedere i fratelli Van Poppel, mentre per la classifica Zubeldia cercherà la top-10. Da seguire il belga Jasper Stuyven, esploso su queste strade lo scorso anno.

TEAM COLOMBIA
Squadra lungi dall’essere completa e competitiva, ma senza dubbi si farà vedere tutti i giorni in fuga. I nomi più interessanti quelli di Duarte, Duque, Rubiano e Torres.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pagina Facebook Team Sky

Tag

Lascia un commento

Top