Tuffi, Mondiali Kazan 2015: altra gioia con il sincro misto! Cagnotto-Verzotto terzi

Cagnotto-Verzotto-sincro-misto-tuffi-foto-profilo-tw-Tcagnotto.jpg

Non sazia dell’oro dal metro e del bronzo da 3, Tania Cagnotto si regala la decima medaglia iridata nella novità sincro misto dal trampolino in coppia con Maicol Verzotto. Gara perfetta degli azzurri, già bronzo a Kazan in una tappa delle World Series, che con un avvio super e tanta regolarità salgono sul podio. Per l’altoatesino è la prima grande gioia della carriera: la scelta di dedicarsi al misto paga!

La partenza degli azzurri è sorprendente: 105.60 con gli obbligatori, uno meglio dell’altro. Il capofitto indietro vale 52.20 punti, quello avanti addirittura 53.40. Pur con poche gare insieme nelle gambe, Tania e Maicol dimostrano un’ottima sincronia e addirittura guidano la classifica dopo le prime due rotazioni. La Cina è staccata di 60 centesimi, Messico, Russia e Australia inseguono, mentre i canadesi Jennifer Abel e François Imbeau-Dulac perdono già molti punti con un errore nel capofitto rovesciato.

Nella prima serie di tuffi liberi volano i cinesi (76.50), mentre Maria Polyakova entra scarsa nel doppio e mezzo indietro e la coppia di casa perde qualche punto. Maddison Keeny, australiana che nella gara individuale ha sofferto proprio la rotazione indietro, si salva (69.30), ma l’Italia continua a stupire: i 70.20 punti ottenuti con il doppio e mezzo ritornato sono ottimi e a due tuffi dalla fine Cagnotto e Verzotto sono secondi, subendo il sorpasso della Cina.

La quarta rotazione è delicatissima: 75.33 per il triplo e mezzo avanti del Canada che torna prepotentemente in corsa per il podio, 79.20 per la Cina che scappa verso l’oro, 74.40 per l’Australia e 69.30 per l’avvitamento avanti degli azzurri, non proprio sincronizzati ma comunque ancora al secondo posto provvisorio. Tutto si decide con l’ultima serie, in cui nordamericani e oceanici presentano il super coefficiente, l’avvitamento da 3.4: Abel-Imbeau-Dulac volano con 80.58 punti (totale 317.01) e rimontano dal sesto posto all’argento finale, Keeney-Nel sono un filo scarsi (67.32, totale 310.02) e giù dal podio. Intanto Wang Han e Yang Hao vincono a quota 339.90 e l’Italia con il rovesciato si difende: 70.20, totale di 315.30 e bronzo finale. E’ la terza gemma di un Mondiale da sogno per il Bel Paese, targato Tania Cagnotto.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

 

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: profilo Twitter @TCagnotto

2 thoughts on “Tuffi, Mondiali Kazan 2015: altra gioia con il sincro misto! Cagnotto-Verzotto terzi”

  1. ale sandro scrive:

    Bisogna clonarla Tania , e farne una versione pure al maschile per stare a posto per una decina d’anni 😀
    Bravo anche Verzotto.

    1. alebi scrive:

      Praticamente la Cagnotto è la seconda nazione del medagliere dietro la Cina 😀
      (in attesa della piattaforma dove Daley ci può superare)

Lascia un commento

Top