Basket: l’Italia fa un passo indietro dopo il torneo di Koper

basket-della-valle-belinelli-torneo-di-koper-italbasket-fb-fip.jpg

Passo indietro per la nazionale italiana di basket dopo il torneo di Koper. La squadra di coach Pianigiani chiude il quadrangolare con una sola vittoria all’attivo (contro la Finlandia) e con due sconfitte contro Ucraina e Slovenia, sicuramente le avversarie più forti e con maggiori credenziali affrontate dagli azzurri in questo mese di preparazione.

La prima partita è stata con la Finlandia, certamente l’ostacolo meno duro da affrontare in questo fine settimana, e la prestazione degli azzurri è stata anche positiva con un Danilo Gallinari in grande spolvero (il Gallo è sempre di più il leader di questa nazionale) e nonostante un terzo quarto negativo e la rimonta subita nel terzo quarto, Pianigiani poteva uscire soddisfatto dal campo per un’altra buona partita della sua Italia

Se con i finnici il blackout e la flessione avuta dopo l’intervallo non ha portato ad una sconfitta, lo stesso non si puó dire con l’Ucraina. Primi due quarti semplicemente perfetti per i ragazzi di Pianigiani, che toccavano un massimo vantaggio di +26 e chiudevano all’intervallo avanti di ventuno punti. Al rientro in campo, peró, ci siamo inceppati prima in difesa e poi in attacco e gli ucraini ne hanno approfittato, riuscendo in una clamorosa rimonta, complici anche le scelte sbagliate in fase offensiva dell’Italia nei minuti finali. Più che un calo fisico, sembra esserlo stato mentale, con gli azzurri convinti di aver già chiuso la pratica dopo i primi venti minuti e che si sono rilassati troppo, venendo poi superati nel roccambolesco finale.

Come per stessa ammissione del ct la partità più vera è stata l’ultima con la Slovenia. Buonissima Italia per trentacinque minuti, con gli azzurri che hanno avuto la capacità di soffrire e di recuperare anche uno svantaggio in doppia cifra. Purtroppo negli ultimi cinque minuti un parziale di 11-0 per Dragic e compagni ci ha spezzato le gambe. Anche contro gli sloveni non siamo stati lucidi nei momenti finali dell’incontro e questo è assolutamente un fattore da cambiare in vista degli Europei, dove ci aspettano partite tiratissime e che potrebbero decidersi anche solo per un possesso. Va comunque ricordato che erano assenti Danilo Gallinari e Andrea Cinciarini, due titolari del quintetto e quindi ci si è dovuti adattare a queste due assenze e forse con loro in campo il match avrebbe potuto prendere anche una piega diversa.

Adesso ultimo appuntamento di preparazione per gli azzurri con il torneo di Trieste, nel quale sfideremo Russia, Georgia e la squadra della NCAA di Michigan State. Grande attesa soprattutto per il match con i russi, che abbiamo già affrontato nella fase di qualificazione ad Eurobasket.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca Qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Basket

foto da pagina FB della FIP

twitter Andre_Ziglio

andrea.ziglio@oasport.it

Lascia un commento

Top