Atletica, Mondiali 2015 – L’Italia si aggrappa a Tamberi: chance medaglia nell’alto, settimana horror

Gianmarco-Tamberi.jpg

Ultimo giorno di Mondiali, ultima chance per l’Italia di mettere una piccolissima pezza all’ecatombe di una rassegna iridata da incubo i cui motivi sono già stati abbondantemente analizzati durante la settimana.

Gianmarco Tamberi ha la possibilità di ben figurare nella finale del salto in alto (ore 12.30 italiane) e di togliersi delle importanti soddisfazioni. Da medaglia? Sarà difficile ma non impossibile per il marchigiano, autore in questa stagione del record italiano (2.37) che lo rende anche il terzo performer stagionale al Mondo.

Un punto di partenza importante e molto interessante a cui però si aggiunge anche la difficoltà di agguantare questo atto conclusivo (allargato a 14 componenti): un 2.29 scavalcato al primo tentativo con qualche patema d’animo prima di tre nulli a 2.31 nel turno di qualificazione. Forse era solo la stanchezza della mattinata: vedremo.

 

Gimbo, come vorrebbe la Federazione, dovrebbe assumere i panni del salvatore della Patria dopo otto giorni letteralmente disastrosi, senza nemmeno una finale conquistata in pista e con soli 10 punti raccolti dalle prove su strade. Mentre nel frattempo addirittura 40 Nazioni hanno conquistato almeno una medaglia… Si deve provare a sventare lo “zero” nel medagliere, per non ripetere quanto accaduto a Berlino 2009.

Il ragazzone di Offagna si presenterà all’appuntamento con la metà barba che tanto l’ha reso celebre e personaggio nell’ultimo periodo, molto carico e motivato, sorretto da un’eccellente condizione fisica. Le condizioni psichiche e mentali ci sono tutte, vedremo se ci saranno anche delle grandi gambe per volare in alto.

Si andrà a medaglia con una misura sbalorditiva (magari proprio intorno al 2.37 del primato nazionale), in una gara dove il Campione del Mondo Bohdan Bondarenko e il primatista mondiale stagionale Mutaz Essa Barshim sono chiamati a ruggire. L’ucraino è però reduce da un infortunio, il qatarino da un cambio di tecnica, entrambi sono un po’ avvolti da tanti dubbi ma non mancheranno di mettere in pista tutto il loro talento nel momento che conta nella stagione.

Guowei Zhang sarà supportato dalla folla cinese per ripetere i balzi dei mesi precedenti, il canadese Derek Drouin e lo statunitense Erik Kynard sono tra i favoriti per le medaglie, il ceco Jaroslav Baba e il russo Daniil Tsyplakov sono dei cagnacci, attenti agli scherzetti dei bahamensi Barry e Thomas, l’australiano Starc è la sorpresa del lotto completato dal tedesco Onnen e dal cipriota Chondrokoukis.

 

Lascia un commento

Top