Volley, Italia: clamoroso ribaltone! Berruto si è dimesso, ora il cambio di testimone

oa-logo-correlati.png

Mauro Berruto si è dimesso dal ruolo di Commissario Tecnico della Nazionale Italiana di volley maschile. La notizia giunge quasi a sorpresa dopo che l’incontro di lunedì con Carlo Magri, Presidente della Federvolley, aveva lasciato presagire a una conferma del coach torinese sulla panchina azzurra. E invece è arrivato il colpo di scena. La conferma ufficiale da parte della Federazione è attesa nelle prossime ore.

Finisce qui l’avventura di Mauro Berruto, iniziata nel dicembre 2011 e passata per la conquista di un bronzo olimpico, due argenti europei, due bronzi in World League, un bronzo alla Grand Champions Cup.

La decisione dell’ex ormai ex CT arriva al termine di un anno di fuoco, funestato da pessimi risultati, da carenza di gioco, problemi di spogliatoio e critiche arrivate da ogni dove. Il 13esimo posto ai Mondiali (peggior risultato degli ultimi 30 anni), il quinto all’ultima World League, la celeberrima “Cacciata dei 4” che ha spedito a casa Zaytsev, Travica, Sabbi e Randazzo, una squadra disunita e sfilacciata hanno fatto la voce grossa nella mente di Berruto che era stato confermato quest’inverno nonostante la disastrosa spedizione in Polonia.

Ora si apre il dilemma successione che sarebbe già risolto in partenza. Si parla di Blengini, futuro allenatore di Macerata e reduce dalle esperienze con Latina, al momento viceallenatore della Nazionale. Ma il doppio incarico?

Tag

Lascia un commento

Top