Tuffi, Assoluti Bergamo 2015: Bertocchi oro e Mondiale, Chiarabini-Tocci over 400

Elena-Bertocchi-tuffi-foto-davide-gioco.jpg

Terza e ultima giornata di gare a Bergamo per quanto riguarda gli Assoluti 2015 di tuffi, evento decisivo per la qualificazione ai Mondiali di Kazan (24 luglio-2 agosto). Gli ultimi pass individuali a disposizione vanno come da pronostico a Francesco Dell’Uomo e Maicol Verzotto dalla piattaforma, in corsa praticamente senza rivali in attesa dell’esplosione del 16enne Vladimir Barbu, e a Elena Bertocchi da 1 metro. La milanese, quarta agli Europei di Rostock, resiste all’assalto in extremis di Maria Marconi – che aveva perso le gare primaverili per infortunio – e sarà iscritta in Russia insieme a Tania Cagnotto, argento iridato in carica nella specialità non olimpica.

La finale tra la lombarda e la laziale entusiasma il pubblico. Ottimi tuffi, gara sul filo dell’equilibrio a ogni rotazione e neanche un singolo punteggio sotto il 7. Elena Bertocchi non sente la pressione di giocare “in casa” (è della Canottieri Milano ma per un paio di stagioni si è allenata all’Italcementi di Bergamo) e Maria Marconi si conferma pienamente recuperata dopo l’oro a oltre 300 punti da 3 metri di ieri. E’ decisiva l’ultima serie, entrambe portano l’avvitamento rovesciato: Elena fa 62.40 punti, Maria 54.60. Si scava il gap decisivo e la 20enne plurimedagliata agli Europei giovanili timbra il suo miglior punteggio della carriera da senior: 288.90, da (alta) finale mondiale e podio europeo. Marconi si ferma a 281.60 ma non volerà in Russia, bronzo per Noemi Batki a quota 263.40.

Due i protagonisti pure dei 10 metri maschili. Maicol Verzotto non si fa frenare dal problema al pollice accusato lo scorso week-end a Bolzano che gli ha impedito di partecipare ai sincro nella giornata di ieri e, dopo i 383.35 punti dell’eliminatoria sbagliando il triplo e mezzo indietro, vola a 416.05 e vince convincendo. Francesco Dell’Uomo è argento subito dietro (415.15), terzo Vladimir Barbu (333.65). Buone le indicazioni offerte dai due piattaformisti azzurri, in crescendo di forma verso il Mondiale.

Grande spettacolo, infine, nel sincro 3 metri maschile che chiude la tre giorni bergamasca. Si parte dalla super eliminatoria del mattino, punteggi azzerati ma morale super per Andrea Chiarabini e Giovanni Tocci, forti di uno strepitoso 425.58 con novanta punti nel quadruplo e mezzo avanti e altrettanti nel triplo e mezzo rovesciato. Michele Benedetti e Tommaso Rinaldi, la coppia “titolare” quinta agli ultimi Europei, si deve difendere. Ne esce una gara mozzafiato: obbligatori sopra quota 100 (102 a 105), quadruplo e mezzo avanti raggruppato di Tocci e Chiarabini da 93.48 punti e si arriva allo scoglio 307c. Benedetti e Rinaldi lo sporcano, 54 punti, mentre Tocci e Chiarabini ne ottengono 78. I punteggi finali, dopo il triplo e mezzo ritornato, sono 390.15 a 421.83 con l’oro della coppia più giovane. Adesso la difficile decisione spetterà al ct Giorgio Cagnotto, che pare però propenso verso la conferma dei due atleti della Marina Militare.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

 

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Davide Gioco

Lascia un commento

Top