Tuffi, Europei Rostock 2015: Batki bronzo! Finale thriller: vince Prokopchuk

Noemi-Batki-tuffi-foto-da-Marta-Cesari.jpg

ROSTOCK – Noemi Batki c’è. Manca il pass olimpico in una finale non spumeggiante e molto equilibrata tra le big, ma sale comunque sul podio europeo per la quinta volta in sei anni dalla piattaforma e regala all’Italia la prima gioia a Rostock 2015. La tuffatrice dell’Esercito, classe 1987, è medaglia di bronzo con 323.30 punti, uno in più della tenace russa Yulia Timoshinina, classe 1998, già sul podio alle World Series nel sincro misto e grande prospetto di questa specialità.

La gara dell’azzurra comincia molto meglio dell’eliminatoria (sesta a 275.20), con 67.50 punti nel triplo e mezzo avanti, ma con il doppio e mezzo indietro con un avvitamento e mezzo della seconda rotazione arrivano anche due 5.5. Anche la verticale indietro, crocevia della sua serie, non va oltre i 60.80. Momentaneamente quarta, la triestina sfodera una prestazione convincente con i suoi cavalli di battaglia (triplo e mezzo ritornato da 68.80 e doppio e mezzo rovesciato da 68.60 con anche un nove) e conquista la certezza della medaglia. “Gli ultimi due tuffi hanno salvato la situazione – racconta Noemi – a un certo punto pensavo di essere tagliata fuori e invece davanti continuavano a sbagliare. Questa mattina sono andata peggio delle previsioni, ma ho imparato a convivere anche con questo. La pressione dell’oro (che l’avrebbe qualificata direttamente a Rio 2016, ndr) era tanta e ha giocato un brutto scherzo“.

La lotta per l’oro si trasforma in un thriller: Laura Marino (Francia) domina per tutta la finale, arriva a toccare anche i 13 punti di vantaggio su Yulia Prokopchuk che addirittura a una rotazione dalla fine è quarta. Ma all’ultimo un ottimo doppio e mezzo indietro con un avvitamento e mezzo dell’esperta ucraina – poco brillante alle World Series quest’anno – e un doppio e mezzo avanti con un avvitamento sbavato dell’emergente transalpina, che comunque vince la prima medaglia della carriera, ridisegnano le carte in tavola. Prokopchuk sale di tre posizioni e festeggia con 327.50 punti, Marino è argento (323.60).

Domani in gara Michele Benedetti e Tommaso Rinaldi (3 metri maschili), a seguire sincro 10 metri femminile senza coppie italiane al via.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

 

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Marta Cesari

Lascia un commento

Top