Pallanuoto, Super Final World League 2015: esordio ok per il Settebello. Australia battuta

Pallanuoto-Settebello-Tempesti-3-Renzo-Brico.jpg

Inizia benissimo l’avventura del Settebello nella Super Final di World League a Bergamo. Gli azzurri di Sandro Campagna battono all’esordio nella pool preliminare l’Australia per 7-5. Prima parte di gara deludente per Tempesti e compagni che crescono alla distanza, andandosi a prendere questo fondamentale successo. Domani gli azzurri se la vedranno con la fortissima Serbia.

Partenza in salita per l’Italia: l’Australia si porta in vantaggio con la rete di Girlchrist in superiorità numerica e riesce a gestire al meglio tutto il primo quarto. Gli azzurri ci provano in tutti i modi a colpire la porta di Dennerly, ma l’estremo difensore oceanico si dimostra davvero in gran giornata, fermando tutte le conclusioni. Sembrava essere cambiata la musica nel secondo quarto: il Settebello alza il ritmo, guadagna diverse espulsioni, ma sempre un Dennerly maestoso e la sfortuna (tre legni) si oppongono alle offensive italiane. I ragazzi di Fatovic invece non cambiano volto: si difendono bene e sfruttano le pochissime opportunità avute. Al 4′ è Swift a punire gli azzurri. Al 6′ però si sblocca l’Italia: pallone perfetto al centro da parte di Figlioli e rete per Matteo Aicardi. Non passano neanche trenta secondi e l’Australia aumenta ancora le distanze: Howden fa partire un tiro splendido dai 10 metri sul quale non può far nulla Tempesti. La prima metà di gara si conclude sul 3-1. L’Italia alza la voce nella ripresa: doppia superiorità numerica e questa volta il tiro di Alex Giorgetti non lascia scampo agli australiani. E’ lo stesso italo-ungherese a pareggiare pochi minuti dopo, servito perfettamente da Valentino Gallo in controfuga. A 4′ dal termine arriva una beduina splendida di Aicardi a dare il vantaggio al Settebello. Su superiorità conquistata da Baraldi è Luongo a concretizzare dai cinque metri. A 20” dal termine del terzo quarto è ancora l’Italia a continuare nel fantastico parziale: il bresciano Nicholas Presciutti sigla il 6-3. Nell’ultimo periodo completa la festa azzurra anche Pietro Figlioli, con uno dei suoi potentissimi tiri. A 5′ dal termine si sblocca l’Australia con Power che accorcia le distanze. A 2′ dal termine un errore di Tempesti sull’ennesimo tiro dalla distanza permette agli australiani di portarsi sul 7-5. Vano comunque il tentativo degli oceanici di andare a pareggiare l’incontro. L’Italia vince e convince (almeno per due tempi).

Australia-Italia 5-7

Australia: Dennerly 0, Campbell 0, Ford 0, Cotterill 0, Power 1, Gilchrist 1, Roach 0, Younger 1, Swift 1, Kayes 0, Howden 1, Miller 0, Clark 0. All. Fatovic

Italy: Tempesti 0, Di Fulvio 0, Velotto 0, Figlioli 1, Giorgetti 2, Fondelli 0, Presciutti 1, Gallo 0, Gitto 0, Luongo 1, Aicardi 2, Baraldi 0, Del Lungo 0. All. Campagna

Arbitri: Alexandrescu (rou), Molnar (hun)

Note

Parziali: 1-0 2-1 0-5 2-1 Spettatori 1200 circa. Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Australia 1/7 e Italia 3/12

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui per mettere “Mi piace” a Pallanuoto Italia

gianluca.bruno@olimpiazzurra.com

Foto: Renzo Brico

Lascia un commento

Top