Judo, Europei Baku 2015: Andéol conserva il titolo, sorprese nelle altre categorie

Judo-Emilie-Andeol.jpg

I Campionati Europei di judo 2015, inseriti all’interno del programma degli European Games di Baku 2015, hanno assegnato quest’oggi gli ultimi cinque titoli individuali. Sui tatami azeri si sono dati battaglia i judoka delle cinque categorie di peso più elevate: 90 kg, 100 kg e +100 kg per gli uomini, 78 kg e +78 kg per le donne.

Vincitore degli ultimi due titoli nella categoria 90 kg, il georgiano Varlam Liparteliani ha raggiunto la finale anche quest’anno, ma ha concesso la medaglia d’oro al russo Kirill Denisov: il campione uscente ha infatti commesso un’ingenuità “regalando” al rivale un osaekomi, che gli ha permesso di vincere per yuko. Dopo un argento e due bronzi, il ventisettenne conquista così il suo primo titolo continentale ed a farne le spese è anche l’azzurro Walter Facente, battuto agli ottavi di finale proprio da Denisov con un ippon dopo pochi secondi. Facente aveva in precedenza battuto per ippon il polacco Patryk Ciechomski. Campione mondiale in carica, il greco Ilias Iliadis ha ottenuto la medaglia di bronzo come il veterano olandese Guillaume Elmont. Quest’ultimo ha privato del podio l’ungherese Krisztián Tóth, ventunenne che si era presentato a Baku come numero uno mondiale e principale rivale di Liparteliani.

Campionessa mondiale nel 2009 a Rotterdam, l’olandese Marhinde Verkerk aveva fino ad oggi collezionato tre medaglie europee mancando sempre l’appuntamento con quella più pregiata: a Baku, la ventinovenne Oranje è riuscita a colmare questa lacuna nella sua bacheca personale, battendo, nella finale della categoria 78 kg, la tedesca Luise Malzahn per waza-ari. L’Olanda ha potuto festeggiare anche la medaglia di bronzo di Guusje Steenhuis, capace di estromettere dal podio la francese Audrey Tcheuméo, campionessa in carica e numero uno del tabellone. L’altro bronzo è andato invece alla slovena Anamari Velenšek. L’azzurra Assunta Galeone ha esordito battendo la padrona di casa Gunel Hasanli per ippon, prima di cedere per hansoku-make a Tcheuméo.

La più grande sorpresa di giornata è arrivata dai 100 kg, dove il ceco Lukáš Krpálek, campione mondiale in carica, era considerato il grande favorito per la conquista di un terzo titolo europeo consecutivo. Il leader della categoria, però, ha dovuto fare i conti con l’esperienza del trentenne Henk Grol, che lo ha sconfitto in finale per yuko. L’olandese ha confermato l’ottimo momento del judo del suo Paese, tornando a vincere la medaglia d’oro continentale sette anni dopo quella di Lisbona. Sul terzo gradino del podio sono saliti il francese Cyrille Maret ed il belga Toma Nikiforov. Proprio quest’ultimo aveva sconfitto agli ottavi di finale Domenico Di Guida: il campano, campione europeo U23, aveva in precedenza destato un’ottima impressione battendo rapidamente il serbo Stefan Jurišić.

Nella categoria +78 kg, la francese Émilie Andéol è riuscita a conservare il titolo vinto l’anno scorso a Montpellier, unica a riuscire in quest’impresa nella giornata odierna. Alla sua terza finale consecutiva (nel 2013 fu argento), la ventisettenne è riuscita ad avere la meglio sulla tedesca Jasmin Külbs, mettendo a segno uno yuko e poi vincendo per ippon sul conseguente osaekomi. Il successo di Andéol assume una doppia importanza visto che rappresenta l’unica medaglia d’oro individuale ottenuta dalla Francia a Baku. Il podio è completato dall’ucraina Svitlana Iaromka e dalla turca Belkız Zehra Kaya. Quanto all’azzurra Elisa Marchiò, la veneta ha esordito battendo per hansoku-make la lituana Sandra Jablonskytė, prima di cedere all’ucraina Iryna Kindzerska.

In assenza di Teddy Riner, la medaglia d’oro della categoria +100 kg è andata meritatamente al georgiano Adam Okruashvili. Il ventiseienne, battuto dal francese nelle ultime due edizioni, ha questa volta avuto via libera per salire sul gradino più alto del podio grazie alla vittoria finale sull’israeliano Or Sasson, la sorpresa di giornata. Con il numero uno del tabellone, l’ungherese Barna Bor, sconfitto sin dagli ottavi di finale, il terzo gradino del podio è stato conquistato dall’ucraino Iakiv Khammo e dal russo Renat Saidov.

La competizione continentale si chiuderà domani in occasione dell’ultima giornata dei Giochi Europei. In programma ci sono le due prove a squadre.

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top