Hockey prato, Round 3 World League: Italia-Giappone 2-2, le pagelle delle azzurre

8242cff93864f349623c6160c0794d5d_L1.jpg

Ancora grande Italia al Round 3 di World League di hockey prato femminile: le azzurre guidate da Fernando Ferrara giocano una gran partita contro il Giappone, pareggiando per 2-2 e guadagnando il secondo posto nella Pool A. Domani Tiddi e compagni se la vedranno con le fenomenali olandesi campionesse di tutto. Andiamo a vedere le pagelle dell’incontro odierno.

Martina Chirico, voto 6,5: solita prestazione di gran livello da parte del portierone azzurro, incolpevole sulle due reti subite e protagonista con ottimi interventi.

Agata Wybieralska, voto 6,5: l’italo-polacca peggiora un po’ la performance rispetto ai primi due match, ma è comunque più che sufficiente.

Chiara Tiddi, voto 8: strepitosa! La giocatrice di cui tutte le nazionali avrebbero bisogno. Un libero eccezionale: fortissima in difesa, straordinaria anche in attacco con due assist.

Costanza Aguirre e Macarena Ronsisvalli, voto 6,5: ancora molto bene in contenimento, non perfetta in impostazione.

Celina Traverso, voto 6: non perfetta oggi, dopo due grandi performance con Corea e Francia. Si prende anche un verde nella seconda frazione.

Florencia Nogueira, Eugenia Garaffo, Martina Lecchini, Eleonora Di Mauro, voto 6: Ferrara decide di mantenere per più minuti in campo la formazione tipo e schiera per poche minuti le sostitute.

Giuliana Ruggieri, voto 5,5: l’attaccante della San Saba si muove molto ma non riesce mai a trovare gli sbocchi giusti.

Maria Socino e Marcela Casale, voto 5,5: le centrocampiste azzurre, molto attive nei primi due match, non riescono a farsi vedere bene oggi.

Dalila Mirabella, voto 6: l’attaccante dell’HCU Catania prende un brutto colpo ad inizio partita, poi recupera e trova una condizione accettabile.

Elisabetta Pacella, voto 6: la giovane attaccante romana prova spesso a cambiare passo e a portare pressione, ma la retroguardia giapponese la limita bene.

Valentina Braconi, voto 7,5: nei primi due match si era comportata bene, ma non ha avuto il killer instinct per buttarla dentro. Oggi invece si comporta da bomber di razza: due tiri, due gol.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui per mettere “Mi piace” a Hockey Italia

gianluca.bruno@olimpiazzurra.com

Foto: CC21

Lascia un commento

Top