Giochi Europei Baku 2015, triathlon: il britannico Benson trionfa a sorpresa, 12esimo Stateff

Benson1.jpg

Continua la supremazia britannica nel triathlon maschile: dopo i numerosi successi stagionali dei fratelli Brownlee nelle World Series, la Gran Bretagna conquista anche i Giochi Olimpici Europei di Baku 2015 con il giovane Gordon Benson, classe 1994, bravissimo a finalizzare nella corsa il lavoro precedente svolto nel ciclismo dai compagni Graves e Bishop. Medaglia d’argento per il portoghese Joao Silva (classe 1989), il miglior podista di giornata, che ha rimontato dalla decima fino alla seconda posizione. Bronzo storico per l’azero Rostyslav Pevtsov, capace di sopravanzare diversi avversari nell’ultimo giro e a regalare una medaglia al pubblico di casa.

Al termine della frazione di nuoto si avvantaggia un gruppetto comprendente lo spagnolo Godoy, il russo Igor Polyanski, lo svizzero Salvisberg, lo slovacco Richard Varga, il miglior nuotatore del circuito, e l’inglese Thomas Bishop, che nel corso del secondo giro ha provato la fuga in solitaria. I tre azzurri Riccardo De Palma, Delian Stateff e Matthias Steiwandter sono tutti e tre presenti nel gruppo inseguitore, guidato da Fernando Alarza.

Gruppo quasi compatto nel terzo giro, all’inseguimento dell’inglese Bishop, raggiunto nel quarto giro dai connazionali Graves e Benson, lo svizzero Salvisberg e lo slovacco Varga.

Al T2 Benson, Schomburg, Varga e Salviberg hanno un minuto e 40 secondi sul gruppo dei favoriti. Benson si avvia in solitaria nella corsa, mentre Schomburg supera Salvisberg appena prima dell’ultimo giro, con lo svizzero costretto a scontare una penalità. Grande rimonta nell’ultimo giro del portoghese Joao Silva, che prova in fino all’ultimo a riportarsi su Benson, e dell’azero Rostyslav Pevtsov, che superando Schomburg regala una storica medaglia di bronzo al pubblico di casa.

L’inglese trionfa in 1:48:31 con 11 secondi di vantaggio su Silva, terzo l’azero Pevtsov a 33 secondi, precedendo l’estone Latin. Quinto Richard Varga, davanti al turco Schomburg. Deludono gli spagnoli con il favorito Fernando Alarza undicesimo a 1 minuto e 58 secondi, appena prima di Delian Stateff (classe 1994), il migliore degli azzurri, dodicesimo a due minuti dal vincitore. Diciannovesimo Riccardo De Palma a 3 minuti e 9 secondi, 25esimo Matthias Steinwandter a 4 minuti e 17, sebbene non fosse al meglio della condizione a causa di una leggera bronchite che lo ha colpito negli ultimi giorni.

Clicca qui per i risultati ufficiali

Foto: ITU

Clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina “Triathlon Italia”

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@oasport.it

Twitter: @nvpersie7

Facebook: nvpersie7

Lascia un commento

Top